La Gamescom è una fiera stressante per i redattori, che rimbalzano tra gli stand come delle palline magiche senza sosta e, spesso, senza mettere una brioche nello stomaco dalle 9:00 alle 20:00.
Uno dei fattori più critici è il peso di tutti gli apparecchi che ci si porta dietro: notebook, fotocamera, accessori, adattatori e chi più ne ha più ne metta. Dopo l’esperienza distruttiva per la mia spalla, lo scorso anno, stavolta ho deciso di indirizzare le mie attenzioni verso un portatile leggero e veloce, il compagno perfetto: Microsoft Surface Pro 2.

Il device Microsoft, che già abbiamo testato nella sua prima incarnazione, rappresenta davvero il top per questo genere di esigenze: racchiude in sè la potenza di un notebook di fascia medio-alta (CPU i5 @1,9 Ghz; 4/8 GB RAM) nelle dimensioni e nella leggerezza di un tablet da 10,6″.

Specifiche tecniche

Sistema Operativo Windows 8.1 Pro 64 bit
Software pre-installato Utility Windows, no Microsoft Office
CPU Intel Core i5-4300U – 1,90GHz con chipset Intel HD 4400
Memoria 4 GB RAM / 8 GB RAM
Display 10,6”
Risoluzione 1920×1080 pixel
Spazio hard disk SSD: 64 GB / 128 GB / 256 GB / 512 GB
Batteria 42 Wh
Fotocamere LifeCam HD 720p – anteriore e posteriore
Porte USB 3.0 full-size, Lettore di schede microSDXC, Connettore jack per cuffie, Mini DisplayPort, Porta per cover
Dimensioni 275mm x 173mm x 13,5mm
Peso 900 gr

Foto prodotto

NOTA: come potete vedere dalle foto, il prodotto arrivato in test è un po’ graffiato sul retro. Abbiamo volutamente lasciato le foto del retro per mostrarvi come potrebbe cambiare l’estetica del prodotto a seguito di urti e cadute, ma non vi dovete spaventare: il device è in viaggio da mesi, da redazione in redazione, senza sosta. E’ normale che arrivi in queste condizioni a cavallo dell’arrivo di Surface 3.

Nota sull’utilizzo

Purtroppo siamo costretti a rimandare ai prossimi mesi la recensione completa del dispositivo. Nonostante l’idea di testare Microsoft Surface Pro 2 direttamente sul campo, un imprevisto non ci ha consentito di portarlo con noi in Germania…con mio grandissimo dispiacere.
Ringraziamo ugualmente Microsoft Italia per aver messo a disposizione il device, che avrebbe sicuramente reso il lavoro meno stressante, tanto per me, quanto per la mia spalla.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.