Da molti definito come uno dei capitoli migliori della saga nel recente passato, Rise of the Tomb Raider torna in grande stile per celebrare il 20esimo anniversario dalla nascita del brand che ha elevato Lara Croft a uno dei personaggi più carismatici dell’Era videoludica – e, seppur in piccola parte, anche di quella cinematografica. L’edizione 20 Year Celebration non presenta semplicemente i contenuti del capitolo originale con l’aggiunta dei DLC, bensì offre una serie di contenuti inediti atti ad ampliare l’offerta dell’edizione 2015, portando il titolo per la prima volta su Playstation 4. Analizziamo tutti i contenuti di Rise of the Tomb Raider: 20 Year Celebration in questa recensione in 5 punti!

riseoftombraider20yc-1

Rise of the Tomb Raider: 20 Year Celebration

1. Finalmente Playstation 4!

riseoftombraider20yc-2Per i videogiocatori Playstation 4, l’edizione 20 Year Celebration rappresenta la prima occasione per mettere le mani sull’ultimo capitolo della saga. Rise of the Tomb Raider arriva su console Sony dopo circa 12 mesi dalla release originale, un ritardo imperdonabile per chi ama seguire da vicino le uscite mensili dell’entertainment videoludico. Stavolta, però, possiamo dire che si tratta di un ritardo piacevolissimo, che consente agli utenti PS4 di mettere mani sul titolo completo di DLC e contenuti aggiuntivi al prezzo della versione base. L’attesa ha pagato.

2. Avventure inedite e una nuova modalità

riseoftombraider20yc-3Il pacchetto previsto per Rise of the Tomb Raider: 20 Year Celebration comprende contenuti inediti fin qui mai pubblicati per PC e Xbox One. Per gli amanti del single player, Crystal Dynamics propone la missione “Legami di Sangue” ambientata nella casa in cui è cresciuta Lara; questo contenuto nasconde la variante “Legami di Sangue, Incubo” in salsa zombie. Per la campagna single player è anche previsto un nuovo livello di difficoltà, “Sopravvivenza estrema”.
Chi preferisce il multiplayer potrà confrontarsi con la nuova modalità co-op “Stoicismo”, nella quale i videogiocatori dovranno resistere il più a lungo possibile ad ondate di nemici.
Gli utenti PC e Xbox One avranno a disposizione solamente la doppia avventura “Legami di sangue”, qualche outfit e il livello di difficoltà aggiuntivo; tale aggiornamento è gratuito per chi ha acquistato il Season Pass – al contrario, il costo è di circa 10€.

3. Contenuti Extra e DLC

riseoftombraider20yc-4Un’edizione speciale comprende sempre tutti i contenuti rilasciati fino a quel momento, e si dà il caso che Rise of the Tomb Raider sia contraddistinto da ben 2 DLC e diversi pack relativi ad equipaggiamento e carte spedizione – bonus/malus da utilizzare nella modalità multiplayer. Mettendo insieme ogni pezzo, Rise of the Tomb Raider: 20 Year Celebration arriva a garantire fino a 50 ore di gameplay con ben 12 outfit e 7 armi aggiuntive da poter utilizzare fin dal primo minuto di gioco.

4. Realtà Virtuale con Lara Croft

riseoftombraider20yc-5Oltre ai contenuti inediti e a tutti quelli rilasciati col Season Pass, l’edizione PS4 di 20 Year Celebration è l’unica a possedere il supporto ufficiale a Playstation VR, per godere di un’esperienza più coinvolgente del solito – almeno sulla carta. L’add-on dedicato alla Virtual Reality di casa Sony propone due modalità di utilizzo: Comfort e Libera. Come suggerisce il nome di ciascuna variante, il sistema non fa altro che regolare il grado di controllo dell’utente, permettendogli di usufruire del VR con pochi semplici comandi a schermo o in modo del tutto libero da aiuti.

5. Rise of the Tomb Raider

2809247-1424111574-6Al di là dei vari contenuti aggiuntivi proposti con l’edizione 20 Year Celebration, Rise of the Tomb Raider conferma l’ottimo reboot della saga, rientrando tra i titoli migliori della generazione corrente con un metascore superiore a 85 per tutte le console. L’ultima avventura di Lara Croft trova le sue fondamenta ludiche nella formula di gameplay utilizzata per il reboot, riproponendo, quindi, mappe molto grandi ed esplorabili liberamente alla ricerca di tombe e segreti. Ritroviamo l’arco e le frecce, un buon sistema di sopravvivenza – mai invasivo – e tanti spunti fuori dalla storyline principale in grado di aumentare la longevità del titolo e potenziare l’equipaggiamento di Lara. La storia, poi, è una delle più piacevoli, svelando nuove informazioni sulla famiglia della ragazza. Il filone narrativo ruota attorno alle scoperte di Lord Croft sul mistero della Trinità, una setta leggendaria con lo scopo, apparentemente, di prendere il controllo dell’umanità. Gli studi di Lord Croft spingeranno la giovane Lara a proseguire le ricerche, portando alla luce nuovi segreti.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

VALUTAZIONE
8,8
Commento finale
20 Year Celebration è un’occasione imperdibile per i giocatori Playstation 4 e per chi, tra PC e Xbox One, non ha avuto modo di giocare Rise of the Tomb Raider. L’edizione propone all’incirca 50 ore di gameplay, diverse modalità di gioco e una storia principale coinvolgente e ricca di colpi di scena, composta da una struttura di gameplay appassionante e profonda. La versione PS4 è l’unica a comprendere l’add-on VR, anche se a conti fatti si tratta di un’esperienza un po’ fine a sé stessa.
PRO
Ricco di nuovi contenuti
Occasione imperdibile per chi non ha giocato l'avventura base
Uno dei titoli migliori della generazione corrente
CONTRO
Nulla da segnalare