Il lancio del joypad Raiju in accordo con Sony per Playstation 4 e la commercializzazione di diversi sistemi di gioco all-in-one non ha tolto l’attenzione di Razer verso le periferiche per PC, vero punto di riferimento del produttore e di tutti gli affezionati al marchio. Recentemente abbiamo parlato dell’ottima ManO’War Wireless, versione senza fili di un headset apprezzato e molto venduto. In questo articolo vediamo l’evoluzione di un’altra periferica altrettanto famosa e solida, la tastiera meccanica Blackwidow X Chroma. Nella fattispecie, questa review analizza Razer Blackwidow Chroma v2, l’ultima keyboard con switch meccanici Razer immessa sul mercato.

Razer Blackwidow Chroma v2 – Recensione e unboxing

Specifiche tecniche

Tasti Switch Razer green, orange, yellow
Anti-ghosting 10
Frequenza 10000 Hz Ultrapolling
Retroilluminazione Chroma RGB, 16,8 milioni di colori
Tasti macro 5
Dimensioni 47,5 x 17,1 x 3,9 cm
Peso 1,5 kg

La famiglia Blackwidow

Le tastiere meccaniche Blackwidow targate Razer rappresentano una delle famiglie di keyboard più longeve e vendute nel panorama delle periferiche gaming. I modelli a disposizione, al momento, sono 8, di cui 4 dotate di illuminazione RGB Chroma. Blackwidow Chroma v2 è l’ultima arrivata e, di fatto, l’unico modello con poggiapolsi – peraltro opzionale. Rispetto alla Blackwidow TE Chroma, la tastiera può contare sul full layout integrando sia il tastierino numerico che 5 tasti macro.

Confezione e materiali

BlackWidowChromaV2 (2)Razer Blackwidow Chroma v2 si presenta in una confezione piuttosto standard – per chi conosce i prodotti Razer – ma, per via delle 3 configurazioni di vendita in base al tipo di switch, la scatola possiede la caratteristica unica di poter provare già dall’esterno la risposta del tasto. Questo perché, come vedremo più avanti, Blackwidow Chroma v2 è disponibile con switch meccanici green, orange e yellow.
Il design di Blackwidow Chroma v2 è il classico full layout con una fila verticale di 5 tasti dedicati alle macro e tastierino numerico nella parte destra. La fila dei tasti F presenta la doppia funzione, come anche i numeri e i caratteri speciali. La board su cui poggiano i tasti è un monolite nero opaco estremamente semplice e robusto, che esibisce – come unico lampo di design – una piccola sezione lucida al centro della fascia inferiore, con il logo Razer retroilluminato. Questa chicca estetica viene però coperta qualora decidiate di utilizzare il poggiapolsi contenuto nella confezione, per me estremamente importante per un fattore di comodità. Si tratta di un blocco ad aggancio magnetico imbottito, con rivestimento in similpelle: una scelta sicuramente particolare e inedita nel mondo delle periferiche gaming, ma decisamente comoda. Agganciando il poggiapolsi, l’altezza della tastiera aumenta di circa 6 cm. Infine, il cavo USB integrato è in tessuto e multi-connettore.

Software ed Esperienza d’uso

Nella confezione dedicata alla stampa è presente un piccolo pannello contenente i 3 tasti meccanici disposti in riga per testarne le caratteristiche e la risposta. Nello specifico, gli switch Razer previsti per Chroma v2 sono:

  • Green: Tactile and clicky
  • Orange: Tactile and silent
  • Yellow: Linear and silent

BlackWidowChromaV2 (4)La configurazione di test su cui si basa questa recensione è quella dotata di switch green, ovvero la classica risposta tattile delle tastiere meccaniche, con l’inconfondibile click restituito durante la digitazione. La configurazione orange prevede la medesima risposta, ma rimuove il click in favore di una digitazione più silenziosa. Infine, yellow combina l’esperienza meccanica con quella a membrana, per una risposta lineare che prevede una maggiore, seppur leggera, forza di attuazione.

Il software di gestione è come sempre l’ottimo Razer Synapse, l’aggregatore di periferiche Razer su PC. Tramite Synapse è possibile configurare a piacimento sia i 5 tasti macro che gli effetti di illuminazione Chroma. Questi ultimi sono in tutto 8, ed altamente personalizzabili: in base al preset RGB scelto, possiamo scegliere la tonalità, l’area da retroilluminare, la direzione, la velocità e altri parametri. Da Synapse è anche possibile regolare l’impostazione della modalità Gaming, attivabile tramite la combinazione FN+F10, inibendo il tasto Windows ed altri tasti sensibili mentre si è in gioco.

BlackWidowChromaV2 (7)A prima vista, i tasti risultano un po’ ballerini, ma dopo aver cominciato a battere sulla tastiera ci si rende conto dell’estrema solidità di Blackwidow Chroma v2. L’alloggiamento dei tasti sulla board retroilluminata è progettato per permettere agli utenti di eseguire fasi di manutenzione complete e rapide, rimuovendo con assoluta semplicità ogni singolo tasto. A prescindere dalla configurazione acquistata, la tastiera consente un elevato rapporto velocità di scrittura/forza di attuazione, dunque chi è abituato a scrivere molto non dovrà preoccuparsi della natura prettamente gaming di questa keyboard meccanica. Ed ovviamente, grazie alla versatilità della tastiera, in-game si ha totale controllo delle proprie azioni anche nelle fasi più concitate di uno scontro. Ad esempio, ho utilizzato la Blackwidow Chroma v2 con Mass Effect: Andromeda, un action-rpg in cui è necessario alternare rapidamente l’utilizzo del mouse con le scorciatoie da tastiera per gestire i poteri e i consumabili.

Unboxing

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

VALUTAZIONE
Commento finale
Razer Blackwidow Chroma v2 è disponibile presso lo store ufficiale a 190€ e con layout IT. Si tratta di una bella variante Blackwidow, quasi un punto d’incontro con la Deathstalker Chroma di qualche anno fa. L’introduzione del poggiapolsi opzionale offre agli utenti più possibilità di scelta, complici le 3 configurazioni relative agli switch e la presenza dei tasti macro. Blackwidow Chroma v2 non rappresenta soltanto il modello più recente della famiglia, ma è a tutti gli effetti la keyboard più completa della stessa. Sul mercato sono presenti modelli equivalenti (qualità e layout) ma più costosi. Il consiglio? Scegliete gli switch più adatti a voi e non ve ne pentirete.
8
Progettazione e materiali 8,5 Design 7,5 Usabilità ed ergonomia 8,5 Caratteristiche extra 9
PRO
Poggiapolsi
Diversi switch tra cui scegliere
Progettata ed equipaggiata per il gaming
CONTRO
Nulla da segnalare