Dopo le ottime esperienze con Armor A30 e Armor A15, non ci siamo lasciati sfuggire il nuovo Armor A60, hard disk portatile di casa Silicon Power, spinti dalla curiosità di provare in prima persona le nuove caratteristiche del prodotto in termini di materiali e performance. Visto il periodo del test, inizio agosto, abbiamo portato Armor A60 con noi a Colonia per il Gamescom 2014, così da testare in condizioni di stress tutte le sfaccettature dell’hard disk. E, dopo un mesetto di utilizzo, questo è il nostro verdetto.

Specifiche tecniche

Compatibilità SO Windows 8/7/Vista/XP , Mac, Lunux
Capacità 500 GB / 1 TB / 2 TB
Interfaccia USB 3.0 / USB 2.0
Velocità di trasferimento 5 GB/s (USB 3.0) / 480 MB/s (USB 2.0)
Dimensioni 138.5 x 85.9 x 23.2 mm
Peso da 228 a 280 gr a seconda della capacità

Confezione e materiali

_MG_0132Ad onor del vero, Armor A60 non stravolge per niente la famiglia degli hard disk portatili USB 3.0 della produttore. A partire dalla confezione, fino alla realizzazione e ai materiali, le novità rispetto ad Armor A30 sono davvero pochissime: l’A60 permette di bloccare il cavo USB attorno al dispositivo attraverso dei gommini, che si infilano direttamente nell’incavo – anch’esso in gomma. La scelta dei progettisti è da inquadrare nell’ottica del ridurre l’ingombro dell’hard disk, in quanto le sezioni circolari di A30 non risultavano particolarmente comode – e neppure azzeccate esteticamente.

 

_MG_0136Dal punto di vista dei materiali, Silicon-Power ha scelto nuovamente l’accoppiata nero-verde come già visto in A15, ma stavolta il dispositivo è completamente in plastica dura con un bel pattern a quadri sulla parte frontale. La cornice, oltre a presentare l’incanalatura per il cavo nella sezione centrale, possiede un pratico sportellino per nascondere la porta USB: non parliamo di impermeabilità, in quanto la finestrella lascia dei piccoli spazi vuoti, ma è senz’altro una novità volta soprattutto a migliorare l’estetica dell’hard disk. Proprio come la scelta cromatica, anche le dimensioni di A60 ricordano soprattutto quelle di A15 piuttosto che del fratello minore A30 che, almeno per il momento, risulta l’hard disk più bello e leggero di tutta la linea. Tuttavia, con A60 Silicon-Power va ad ampliare le possibilità di storage introducendo la versione 2 TB, che si piazza sul mercato ad un prezzo piuttosto competitivo. Non è cambiato nulla per quanto riguarda il LED di stato, ancora nascosto sotto la superficie frontale, ma visibile in tutte le condizioni di illuminazione dell’ambiente.

Utility extra

Registrando il prodotto è possibile scaricare qualche buona utility, come SP Widget e USB Flash Drive Recovery, rispettivamente software di gestione e recupero di file rimossi accidentalmente. Tra i download consigliati, troviamo anche la versione trial del famoso antivirus Norton, e Recuva File Recovery.

Performance – AS SSD Benchmark

Il test delle performance di Armor A60 passa attraverso le stesse riflessioni che hanno caratterizzato le nostre precedenti review su hard disk e pendrive. Non vogliamo riempire l’articolo di benchmark ripetitivi, ce ne bastano un paio con un software alla portata di tutti: AS SSD Benchmark. In questo caso, però, abbiamo utilizzato questa utility anche per un test di performance ad accesso casuale.
Sequenziale vs Random 4K
Ricordiamo brevemente che i benchmark su lettura/scrittura sequenziale sono indicati per valutare il comportamento dei drive con file di grandi dimensioni, indicati maggiormente per le pendrive; i test random – 4K o 4K a 64 thread – si riferiscono a situazioni più comuni in cui gli hard disk gestiscono diversi file di piccole dimensioni, ed è il caso del boot del Sistema Operativo e della gestione dei processi in background. Il test col maggior peso specifico per l’utilizzo comune è il random.

a60benchmarksingolo

Armor A60 mette sul campo delle performance non proprio brillanti considerando i risultati dei fratelli minori. In sequenziale, AS SSD Benchmark registra valori di oltre il 50% più bassi, anche se col test random il nuovo hard disk si riprende piazzandosi nella stessa fascia di performance. In access time, A60 perde ancora il confronto, soprattutto con A30.

Performance – Nell’uso quotidiano

L’uso quotidiano degli hard disk portatili è ovviamente la copia di file. Abbiamo previsto un test di copia automatico col tool integrato di AS SSD Benchmark, che fa semplicemente un test di performance – velocità e durata – copiando un set di file predefiniti su 3 categorie diverse:
ISO: 2 file di grandi dimensioni
PROGRAM: molti file di piccole dimensioni
GAME: molti file di piccole e grandi dimensioni (sulla falsariga della copia manuale che abbiamo utilizzato prima)

a60benchmark

In linea di massima, A60 registra performance sensibilmente migliori rispetto ai precedenti prodotti della famiglia, arrivando a completare la copia dei file di test anche nella metà del tempo.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.


VALUTAZIONE
7,5
Materiali e robustezza 8,5 Design 7,5 Usabilità 8 Performance 7
PRO
Fissaggio del cavo più efficace
Più usabile grazie alla rimozione dei gommini ai lati e all'introduzione della finestra per la porta USB
Fino a 2 TB
CONTRO
Un po' pesante
Esteticamente meno gradevole di A30
Performance altalenanti