Sebbene le ultime generazioni di auto permettano di utilizzare sistemi di infotainment completi e all’avanguardia, il loro costo pare ancora un po’ troppo esagerato, soprattutto quando è necessario sborsare una spesa superiore ai 500€ per un centro multimediale che potrebbe diventare obsoleto nel giro di pochi anni. Molto spesso, l’infotainment è abbinato a un allestimento più ricco, che talvolta arriva a costare anche 1000€ in più rispetto alla configurazione iniziale dell’auto.

D’altra parte, c’è anche chi non ha intenzione di cambiare automobile nel medio periodo, ma vorrebbe installare un sistema multimediale in grado di soddisfare diversi requisiti ormai all’ordine del giorno, come il navigatore e l’ascolto di musica in formato digitale. È possibile accontentare tutti? Ovviamente sì, e la risposta sta nei sistemi multimediali indipendenti, quelli, cioè, che è possibile installare anche dopo l’acquisto di un’auto dopo averne verificato la compatibilità.

TUVVA KSD7701 – Recensione

In rete, tra Amazon e altri shop, esistono una miriade di autoradio compatibili con quasi tutte le vetture in commercio, anche vecchiotte. In base all’alloggiamento e alla dimensione dell’autoradio, è anzitutto necessario individuare la classe d’appartenenza, ovvero:

  • 1Din: slot vecchio stile, circa 182 x 52 mm
  • 2Din: slot moderno, alto circa il doppio, ovvero 178 x 185 mm

Inizialmente le autoradio 1Din supportavano soltanto le funzioni radio, audio formato digitale e lettore CD; con l’evoluzione tecnologica, ovviamente, sono nate nuove soluzioni fino ad arrivare alle 1Din con schermo estraibile automaticamente, che di fatto trasforma l’1Din in una moderna 2Din. Un esempio è l’ultimo top di gamma 1Din TUVVA KSD7813, di cui trovate la recensione su Nextgentech.it.

In questo articolo, invece, analizziamo la neonata TUVVA KSD7701, prodotto principe tra le soluzioni 2Din del produttore cinese.

Specifiche Tecniche

Display 7” e 6,9” Capacitivi a colori
Navigatore Mappe 3D per UK, Germania, Spagna e Italia (iGo Primo)
Android PhoneLink SI
Bluetooth SI
Lingua italiana NO
Formati supportati AVI / WMV / MP3 / MP4 / MOV / RMVB / RM / VOB / MPG / ASF / DAT / AC3
Radio AM, FM, RDS
Lettore CD/DVD SI
Controlli al volante SI
Telecomando SI
Supporto camera posteriore SI
Interfaccia I/O USB, SD, RCA, PhoneLink
Dimensioni 178 x 185 x 100 mm
Peso 1,44 kg

Confezione e materiali

La qualità dei prodotti TUVVA è per me un terreno conosciuto dopo l’esperienza con la KSD7813. In quel frangente ho avuto modo di provare l’1Din con schermo estraibile e tutto il pacchetto di tecnologie più in voga – che tra l’altro sono quelle ancora più ricercate – in un mix di solidità e brillantezza funzionale. Con KSD7701, TUVVA compie un salto in avanti ancora più grande, proponendo agli utenti ben 2 schermi contemporaneamente, autonomi nelle parti meccaniche ma interdipendenti nella fruizione dei servizi.

L’autoradio presenta due display full glass di dimensioni pressochè identiche (7” per quello superiore, 6.9” per quello inferiore), entrambi a colori e touchscreen. I bordi sono spigolosi, riprendendo le linee della carcassa, e l’interfaccia è ripresa dal mondo mobile con menu suddivisi in tab quadrati e piuttosto ampi, di facile utilizzo e con informazioni a schermo ottenute dalla connessione dello smartphone (tra cui le condizioni metereologiche).

Nella confezione troviamo tutto l’occorrente per il montaggio, la cavetteria extra (GPS e power), il telecomando e la microSD con le mappe UK, Germania, Spagna e Italia riprese da iGo Primo. Il manuale di istruzioni non presenta la lingua italiana (assente anche dall’interfaccia grafica) ma grazie alle immagini è facile trovare la quadratura del montaggio e capire come collegare il tutto. L’autoradio supporta anche i comandi al volante e la retrocamera, a patto di rientrare nel giusto schema di compatibilità. È chiaro che, qualora non si riuscisse a collegare il tutto al 100%, è bene rivolgersi ad un elettrauto prima di tentare la fortuna con collegamenti azzardati.

Esperienza utente e funzioni

Navigatore

Grazie al modulo GPS integrato e alle mappe preinstallate, la parte Navigation è pronta all’uso senza l’utilizzo di uno smartphone; questa è una differenza sostanziale rispetto al modello KSD7813, che, al contrario, non possedendo un proprio sistema di navigazione sfruttava il mirroring Android per adempiere allo scopo. È proprio durante l’utilizzo del navigatore che torna utile la possibilità di estrarre il secondo schermo per utilizzare l’infotainment per altri funzioni, come il reparto multimediale o lo screen mirroring. In questo frangente, l’autoradio sposta intelligentemente la schermata di navigazione sullo schermo alto (più comodo da consultare alla guida) lasciando al display sottostante il menu con le altre funzioni disponibili sul dispositivo. 

Il navigatore utilizzato è iGO Navigation, disponibile anche per smartphone. Si tratta di un navigatore discreto, che fa il suo lavoro meglio di tanti altri ma non è così preciso come le soluzioni più famose (Google, HERE, TomTom) nonché più costose da integrare in un’autoradio di questa fascia di prezzo. In sostanza, il navigatore integrato rappresenta una scelta onesta e in linea con il prezzo e utilissima, che, soprattutto, vi evita la scocciatura di dover utilizzare la promozione Internet attiva sullo smartphone per muovervi in auto. In più, sebbene l’applicazione sia dotata di un’interfaccia grafica estremamente intuitiva e mediamente fluida, ricca anche di opzioni per personalizzare il percorso, TUVVA mette a disposizione un manuale completo in PDF per sfruttare appieno le potenzialità del software e l’interazione con l’autoradio.

Multimedia e bluetooth

Il pacchetto funzioni del KSD7701 non si esaurisce certo al navigatore. L’autoradio dispone di tutti i servizi installati sugli infotainment moderni, a cominciare dal reparto multimediale che gode della radio (non DAB), del lettore CD/DVD e dell’ingresso USB per la riproduzione dei propri contenuti audio in MP3 o in qualsiasi altro formato supportato. Oltre all’ascolto di musica da pendrive, l’autoradio supporta anche lo streaming audio Bluetooth dallo smartphone connesso e il PhoneLink, grazie a cui passare alla modalità mirroring (compatibile solo con Android). Il PhoneLink, che è quindi slegato dalle competenze di navigazione (a patto di non voler necessariamente utilizzare Google Maps o altre app installate nel proprio smartphone) permette al passeggero di mostrare sullo schermo secondario dell’autoradio le applicazioni aperte sullo smartphone, senza alcun vincolo.

Non aspettatevi nulla dalla ricezione della radio, come quasi tutte le autoradio cinesi, che tra l’altro è dotata di poche funzionalità e rispecchia un po’ la parte più obsoleta del pacchetto funzionalità anche a livello grafico. Buona, invece, la gestione della connessione bluetooth con lo smartphone per ciò che concerne le chiamate e la rubrica.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

VALUTAZIONE
Commento finale
TUVVA KSD7701 si propone come una notevole alternativa agli infotainment moderni, a cui non può invidiare praticamente nulla. Certo, sarebbe stato possibile migliorare la proposta con la radio DAB, Android Auto e Apple CarPlay, ma il PhoneLink, disponibile solo con smartphone del robottino, rimedia parzialmente a queste mancanze. L’autoradio, complessivamente, propone servizi e funzioni anche superiori ad infotainment di alcune auto - in termini qualitativi e quantitativi - alla metà del prezzo con cui viene solitamente proposto prima di acquistare l’automobile. L’aggiunta del modulo GPS rappresenta la ciliegina sulla torta e il doppio schermo aumenta la percezione di qualità e tecnologia all’interno dell’abitacolo.
8,5
Progettazione e materiali 8 Design 8 Funzionalità 8,5 User Experience 7
PRO
GPS integrato e mappe incluse
Completo
Meccanicamente ed esteticamente riuscito
Menu intuitivi
CONTRO
Meno interazione con iOS