Dopo aver visto svariati headset Bluetooth dedicati agli amanti dello sport – in ultima battuta Jabra Halo Fusion e prossimamente Deewear FlyONE – stavolta ho pensato di spostare l’attenzione verso auricolari dedicati al contesto lavorativo, dunque in grado di soddisfare altre necessità sia dal punto di vista costruttivo che tecnologico. Il protagonista di questo articolo è il monoauricolare Jabra Steel, il cugino robusto e pratico di Jabra Eclipse. Chi è alla ricerca della massima comodità sul posto di lavoro per comunicare o ascoltare musica, senza doversi preoccupare di acqua, polvere, sudore e cavetti penzolanti, potrebbe aver trovato il prodotto giusto!
Buona lettura.

Specifiche tecniche

Tipo microfono Duale, omnidirezionale
Bluetooth 4.1
Raggio d’azione Fino a 30 m
Autonomia Fino a 6 h
Peso 10 gr

Jabra Steel

Confezione e materiali

IMG_0764Jabra Steel rientra tra i classici prodotti rugged, quelli, cioè, pensati per l’utilizzo in contesti estremi e a forte rischio urti e cadute. In genere sono contraddistinti da una carcassa gommata e molto resistente, con tanto di certificazioni anti-tutto: polvere, traumi a seguito di cadute, acqua, sudore e via discorrendo. Dovendo fare forza sulle qualità fisiche, la seconda caratteristica che accomuna i dispositivi rugged riguarda il design, quasi sempre poco ispirato e votato all’essenzialità delle forme, premiando spesso l’interazione con le funzioni attraverso tasti più grandi della media e facilmente accessibili.
Jabra Steel rispetta perfettamente questi parametri, mostrandosi come un monoauricolare un po’ anonimo – soprattutto considerando il cugino “stiloso” Eclipse – ma decisamente forte dal punto di vista costruttivo e senza risultare più ingombrante dei prodotti concorrenti.

All’interno della bella confezione con sportellino frontale troviamo il cavetto USB-microUSB, la manualistica e un buon set di accessoristica per personalizzare l’headset in favore della comodità. Nello specifico, troviamo un ricambio dei cuscinetti Eargels con differente design ed ergonomia, un set di archetti per fissare l’headset all’orecchio e il cuscinetto antivento per il microfono – opzionale, ma molto utile in caso di chiamate all’aperto. Anche stavolta manca la custodia, elemento che ritengo molto importante per gli headset Bluetooth.

IMG_0759I microfoni sono disposti sulla parte finale della stecca, che ospita anche il modulo NFC per l’accoppiamento e il tasto vocale per accedere ai comandi di Siri, Google Now e Cortana. Dall’altra parte della carcassa troviamo la porta microUSB – protetta da un solido sportellino – e il tasto di accensione/spegnimento. La risposta alle chiamate è affidata ad un ulteriore tastino disposto in testa alla stecca, ovvero vicino l’auricolare.
Come anticipato, dal punto di vista estetico Jabra Steel non brilla per design e forme, ma si presenta come un headset essenziale e robusto con i tasti facilmente accessibili e un buon modulo vocale multi-microfono.

Qualità ed User Experience

IMG_0758Certificazione IP54 con un cuore tecnologico all’avanguardia che parte dal modulo Bluetooth 4.1 con raggio d’azione di ben 30 metri, mettendo in mostra vantaggi evidenti rispetto ad Halo Fusion. A ciò dobbiamo aggiungere la possibilità di accoppiare l’headset con 8 smartphone – due contemporaneamente – per un’autonomia che va dalle 6 alle 10 ore rispetto al nostro grado di utilizzo.
Sebbene in apertura abbia menzionato la possibilità di ascoltare la musica, ovviamente, Jabra Steel non è pensato principalmente per questa funzione: come avete avuto modo di capire, il dispositivo è studiato principalmente per coprire i bisogni dell’utente sul posto di lavoro, sia in contesti sicuri e statici – per esempio call center – che in situazioni dinamiche e un po’ avverse – come nei cantieri. Vista la natura monoauricolare, sconsiglio di utilizzarlo come headset per lo sport o per ascoltare musica in mobilità.

IMG_0760Con i morbidissimi cuscinetti EarGels e i vari ricambi per l’archetto e l’adattatore auricolare inclusi nella confezione, Jabra ha trovato una risposta a tutti i possibili problemi legati al comfort, assicurando all’utente il massimo risultato in termini di comodità, anche a fronte degli appena 10 grammi di peso complessivo – ed è questo il vantaggio principale del monoauricolare.
Oltre alle qualità costruttive è necessario menzionare le eccellenti prestazioni del comparto audio: Jabra Steel è in grado di supportare egregiamente le conversazioni, permettendo all’utente di accedere a varie funzioni extra come il supporto vocale per accettare o rifiutare chiamate, lo status della batteria, richiamare l’ultimo numero e via discorrendo. Per il target d’utenza a cui si rivolge il dispositivo, questa profonda caratterizzazione hand-free è decisamente intelligente, ed anche se al momento non incontra la lingua italiana i comandi sono davvero semplici da memorizzare ed eseguire.
Oltre ai comandi vocali, Jabra mette a disposizione altre funzioni di supporto attraverso l’applicazione ufficiale Jabra Assist, disponibile, al momento, solo per Android e iOS.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+

VALUTAZIONE
Commento finale
Jabra ha pensato ai lavoratori, progettando un headset forte sotto tutti i punti di vista. Le qualità fisiche e costruttive di Jabra Steel permettono all’utente di utilizzare il monoauricolare senza doversi preoccupare degli agenti atmosferici e di altri fattori esterni, favorendo la praticità e la comodità. Il tutto viene gestito con estrema naturalezza per mezzo di appena 3 pulsanti - di cui uno per l’ON/OFF - e diversi comandi vocali che ne permettono l’uso senza l’impiego delle mani. Un bel prodotto, insomma, con un unico vero difetto: manca il language pack italiano per il controllo vocale.
8
Progettazione e materiali 9 Qualità audio 8 Comfort 8,5 Design 6,5
PRO
Robusto e leggero
Buona progettazione
Raggiunge un buon livello di User Experience...
CONTRO
... ma i comandi vocali non disponibili in italiano