Foundation è arrivato su Steam quasi 5 anni fa, ma solo di recente il gioco ha ottenuto una maggiore attenzione e visibilità nel vasto catalogo di Valve. Il genere dei city building si è infatti arricchito di diversi concorrenti sia da parte delle grandi produzioni come Age of Empires IV e Cities: Skylines 2, sia da parte degli indie che offrono idee originali e innovazioni al gameplay. Nonostante il budget limitato, tuttavia, l’opera di Polymorph Games non si nasconde, e propone una solida struttura di gioco, anche se ancora in fase di Early Access.

Foundation – Analisi

Palla ai cittadini

Questo articolo non vuole esprimere giudizi definitivi, ma solo analizzare la situazione e i progressi di un gioco in accesso anticipato, che ha ottenuto un’ottima valutazione utente. Foundation è un tipico gioco di costruzione di villaggi medievali, dove si può creare la propria città del ‘500 come si è sempre sognata. La prima fase del gioco è abbastanza standard, e consiste nella scelta della mappa di gioco tra 5 opzioni predefinite (costiera, fluviale, colline, montagne e valle) o nella creazione casuale di una mappa bilanciando vari fattori, come la percentuale di laghi, isole, pendenza e colline. Le prime ore di gioco seguite dal tutorial non offrono novità, e servono a stabilire le fondamenta per il futuro. Si inizia quindi con la raccolta di legna, bacche, e poi si passa a fattorie, porti, miniere e infine rotte commerciali con cui impostare un semplice sistema di esportazione.

Il gioco propone un aspetto interessante che gli sviluppatori definiscono urbanistica organica, che consiste nel dare all’IA dei cittadini una certa flessibilità nello svolgimento delle proprie attività, seguendo però alcune indicazioni date dal giocatore. Per esempio, noi indicheremo l’area di raccolta di cibo e legna, o la zona residenziale, usando uno strumento di pittura in cui i cittadini si muoveranno, creando così dei sentieri naturali durante i propri spostamenti. Ispirandosi ai grandi nomi del genere, in Foundation ci sono anche elementi come la costruzione di edifici con design diversi anche se dello stesso tipo (usando sempre il concetto di “libertà”) e la possibilità di sbloccare costruzioni uniche, con cui aumentare la reputazione del proprio villaggio.

Dedicandoci per qualche ora alla gestione del nostro villaggio, vedremo che la città si sarà trasformata da sola, con casette fatte a caso in luoghi e modi diversi, costruzioni utili e carine come mulini e fattorie, e tanti personaggi e animaletti che fanno le loro attività gironzolando qua e là. Dobbiamo però tenere conto che Foundation è ancora in sviluppo e manca di alcune meccaniche di gioco caratteristiche del genere, che ci fanno esaurire le possibilità di costruzione in poco tempo. Questa mancanza viene in parte compensata dal buon numero di mod create dagli utenti che diventeranno fondamentali per la ricchezza di Foundation anche grazie al sistema “plug-in” con cui funzionano le mod, richiamabili tramite un’interfaccia nel menu principale per scaricare e installare i contenuti aggiuntivi. Dal punto di vista tecnico, Foundation ha uno stile poligonale molto semplice, con elementi rotondi e simpatici, sfruttando una palette di colori che usa tonalità vivaci e che vuole eliminare lo stress. I requisiti tecnici non sono alti, e va sottolineato che c’è la lingua italiana, cosa non ovvia in un titolo a basso budget.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
Commento finale
Foundation è una piccola opera che sogna in grande grazie a semplici ma funzionali idee, tra cui la costruzione organica e la realizzazione semi-indipendente dei villaggi da parte dei cittadini. Stilisticamente è molto simpatico e si lascia giocare senza troppe difficoltà grazie a contenuti semplici e fruibili anche dai neofiti. Anche se di buona qualità, ad oggi i contenuti sono ancora limitati, ma coadiuvati dal calore dei fan che continuano ad attivarsi sul fronte delle mod.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.