I giochi di strategia più popolari di questo momento

Questo è un momento in cui il settore del gaming sta spingendo sempre più verso una nuova visione e concezione dei giochi. Una fase in cui il successo di una programmazione è basata su titoli di grande impatto e forza narrativa. Ad esempio God of war o se preferite Thrones of Britannia, giusto per fare il nome di qualche uscita più recente, sono titoli che si basano appunto su tale assunto. Tuttavia, mentre al cinema tutti sono alla ricerca delle tre chiavi nascoste nel mondo virtuale di Oasis, si torna a parlare come non avveniva da tempo di due cose: gli MMO e i giochi a tema medievale. Il successo planetario di Ready Player One è conseguenza diretta di anni e anni di studio in direzione dei giochi di strategia MMO.  Le uscite relative al settore dei giochi strategici ci mostrano come per molti utenti i giochi MMO stiano diventando uno standard per veri appassionati del genere. All’interno dei giochi strategici le tematiche più amate sono quelle di tipo cavalleresco ambientate in un contesto spesso di tipo medievale con caratteristiche spesso fantasy. Prendiamo come esempio il gioco realizzato da Plarium cioè uno dei browser game più noti e amati da un pubblico attento a queste realtà. In effetti il solo limite che possiamo imputare probabilmente è quello di essere dei veri patiti appassionati di giochi di strategia come Vikings: War of Clans o probabilmente Stormfall Age of War.

Tuttavia bisogna capire che quando siamo di fronte a un nuovo modello per intendere l’epica medievale, schemi e barriere valgono fino a un certo punto. Proprio per questo motivo è necessario rendere l’idea in modo essenziale: in questi giochi abitualmente lo scopo principale è sempre il medesimo: costruire e fondare una città al fine di muovere battaglia verso un nuovo territorio che non conosciamo. Sono degli elementi piuttosto classici e ricorrenti in questa tipologia di gioco. Il gioco di strategia MMO diventato famoso in quanto giocabile direttamente da browser vi consente di diventare i veri signori della guerra. L’elemento classico in un gioco di strategia serve per orientarsi all’interno di regole abbastanza complesse, almeno per chi si ritrova la prima volta a dover affrontare le insidie e i territori di un gioco strategico piuttosto stratificato. Il senso della storia è quella di uomini capaci di avventurarsi in un mondo a loro ignoto, tormentato da trappole e da nemici pronti a renderli schiavi e a imprigionarli.

Sono proprio questo tipo di elementi che rendono interessante la trama e lo sviluppo di un gioco di strategia di tipo medievale.  In effetti bisogna ricordare che Throne: Kingdom at War sin dal suo incipit è in grado di mostrarci una realtà nella quale verremo presto risucchiati completamente. I primi step sono come sempre i più estenuanti e faticosi, sia per quanto riguarda la chiave di comprensione, sia per un fatto che riguarda l’accumulo di risorse e gli skills che ci consentono di progredire all’interno del gioco. Più andremo avanti in effetti e più il gioco si aprirà diventando coinvolgente e altamente spettacolare. Ed è esattamente nei primi passaggi che bisogna fare attenzione. Proprio come nella trama di un film o della vostra serie tv preferita gli intrecci e lo sviluppo della trama sono necessari e fondamentali per andare avanti, dove il gioco diventa sempre più coinvolgente e spettacolare. La seconda parte in effetti è molto più coinvolgente e spettacolare, in quanto con il progredire della storia tutti diventa sempre più dinamico e rapido.  Ed è proprio questo che vi conquisterà, facendovi addirittura dimenticare che in fin dei conti si tratta pur sempre di un gioco di tipo strategico.    

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.