Se alle Remastered è affidato l’arduo compito di tenere alta la considerazione verso un titolo di vecchia generazione, al fine di riportare in auge un brand o addirittura un publisher, magari accompagnando la release del nuovo capitolo, allora ben venga l’edizione rimasterizzata di Call of Duty: Modern Warfare. D’altronde, nel lontano 2007 l’intuizione di Activision fu quanto mai azzeccata; l’esordio di Modern Warfare ad opera di Infinity Ward, team di sviluppo dietro le prime due iterazioni della saga, non solo permise a Treyarch di rifiatare ed organizzare le idee in vista di un nuovo progetto, ma ottenne un successo senza eguali, risultando uno dei titoli più amati dell’intera serie. Non stupisce, dunque, la scelta di Activision di utilizzare proprio quel capitolo per lanciare la Legacy Edition di Infinite Warfare. 
E allora, poggio qualche minuto il fucile e vi parlo di ciò che mi ha restituito Modern Warfare Remastered.

Call of Duty: Modern Warfare Remastered

codmwremwall2

Sensazioni immutate

mwr-g-10Sarà perché il genere degli sparatutto tende a non evolvere drasticamente nel corso delle generazioni, sarà perché Call of Duty 4 al tempo fu un grandissimo successo, ma rivivere nuovamente l’esperienza di Modern Warfare nell’edizione rimasterizzata assicura decisamente tante ore di divertimento – magari dopo aver dismesso l’equipaggiamento di Infinite Warfare. Questa Remastered targata Activision, richiesta a gran voce da tutti i fan della serie, consente agli stessi vestire nuovamente i panni di Soap MacTavish e Paul Jackson all’interno di un contesto militare decisamente meno futuristico di quanto visto nei capitoli successivi. Modern Warfare, resta, infatti, strettamente legato al gameplay dei primi capitoli, immerso negli elementi che hanno reso celebre la saga, tra scontri a fuoco dinamici proposti in rapida successione e sequenze scriptate a cui affidare colpi di scena e ribaltamenti del fronte.

mwr-g-5Pad alla mano ci ritroviamo innanzi a un sistema di gioco che non pare aver subito il peso dell’ultimo decennio, in grado tutt’oggi di rimanere appetibile e sempre fresco nella memoria dei videogiocatori di vecchia data. Ovviamente, il pregio della remastered riguarda esclusivamente il comparto grafico, dunque sono proprio gli scontri a fuoco a risultare il fattore più vecchio del titolo, quello, cioè, a cui il team di sviluppo non ha potuto dare una rinfrescata. In tal senso, la differenza tra Modern Warfare e Infinite Warfare risulta piuttosto tangibile, con quest’ultimo ben più curato in termini di bilanciamento delle armi, rinculo e diversificazione degli effetti di ciascuna bocca di fuoco.

Tra i server, per quanto?

L’intramontabile sensazione restituita da Modern Warfare trova nel comparto multigiocatore un alleato tanto solido quanto imprevedibile. Sebbene la formula di gioco degli sparatutto sia rimasta sostanzialmente la stessa, non si può dire lo stesso delle sfide multiplayer, nel corso degli anni estese da nuove modalità, microtransazioni, statistiche e competizioni varie. Nonostante il comparto online di Modern Warfare Remastered sia rimasto immutato tanto nell’anima quanto nella formula, il titolo Activision riesce – e riuscirà – comunque a garantire diverse ore di divertimento, con i suoi storici pregi ma anche con gli indimenticabili difetti legati al netcode che almeno in parte la serie ha riproposto fino ai giorni nostri.

mwr-g-12

Non un semplice upscale

mwr-g-6Mettere le mani su una remastered molto spesso significa dover confrontarsi con texture abbozzate e up-scalate (perdonate il termine) che poco hanno a che fare davvero con un lavoro di rimasterizzazione. Raven Software, ovviamente, non poteva rischiare un flop così clamoroso con lo sparring partner di Infinite Warfare, ed è per questo che la remastered di Call of Duty: Modern Warfare si presenta ai fan forte di pesanti migliorie al comparto grafico che hanno coinvolto tanto le texture quanto – soprattutto – gli effetti particellari e il sistema di illuminazione. A patto di chiudere un occhio davanti a qualche perdonabile sbavatura perlopiù legata ai vecchi modelli poligonali, il lavoro del team risulta, ad oggi, uno dei migliori per ciò che concerne le edizioni rimasterizzate, permettendo a Modern Warfare di non sfigurare davanti a titoli ben più recenti.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
8,5
Commento finale
Per noi videogiocatori di vecchia data, Call of Duty: Modern Warfare Remastered rappresenta un viaggio nostalgico all’interno di un’esperienza di gioco difficilmente dimenticabile, in grado di rievocare i ricordi più belli e spensierati delle ore passate con gli amici sui server di Activision. Chi non ha mai avuto modo di provare queste sensazioni, beh, ha l’occasione giusta per farlo: la Legacy Edition rappresenta un’edizione da collezione dal potenziale elevatissimo, che nasconde al suo interno una perla intramontabile.
PRO
Non sente il peso dell'ultimo decennio
Ottimo lavoro di rimasterizzazione
CONTRO
Per il momento disponibile solo con la Legacy Edition

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.