Molti pensano che il mercato dei laptop da gioco sia destinato a cambiare, evolvendo verso modelli modulari che permetteranno all’utente di modificare/manutenere/potenziare la propria macchina come già avviene con i computer desktop. In attesa ciò si verifichi, i produttori continuano a lavorare su modelli sempre più leggeri, versatili e dal design ricercato. ASUS, uno dei produttori più affermati nel settore grazie alla linea ROG, ha fatto impazzire tutti con la famiglia Zephyrus, un concentrato di potenza che non trascura design e portabilità. E, come andremo a vedere, il ROG Zephyrus G14 incarna perfettamente questo spirito.

ASUS ROG Zephyrus G14 GA401IV – Recensione

Specifiche tecniche

ProcessoreAMD Ryzen 9 4900HS AMD Ryzen 7 4800HS
MemoriaDDR4 3200MHz SDRAM – Fino a 32 GB
Disco rigidoM.2 NVMe PCIe 3.0 512GB / 1TB
Scheda videoNVIDIA® GeForce RTX™ 2060 6GB GDDR6 VRAM
Display14”, WQHD (2560 x 1440) oppure Full HD (1920 x 1080)
Interfaccia1 x USB 3.2 Gen 2 Type-C con DisplayPort ™ 1.4 e Power Delivery
1 x USB 3.2 Gen 2 Type-C
2 x USB 3.2 Gen 1 Type-A
1 x HDMI 2.0b
1 x jack da 3,5 mm per cuffie e microfono combinato
1 x Kensington lock
Dimensioni32,4 x 22,2 x 1,79 cm
Peso1,6 kg

Confezione e materiali

zephyrus_g14-7

Lo Zephyrus G14 è uno dei portatili gaming più compatti e leggeri in circolazione, ma ciò è favorito anche dalla presenza di un pannello di “soli” 14 pollici che, come vedremo, a dispetto della diagonale non sposa compromessi tecnici. Avere a che fare con un display piccino ha permesso ai progettisti ASUS di ridurre le dimensioni complessive perlomeno in larghezza, dove è stato “tagliato” il tastierino numerico per risparmiare spazio. La tastiera si presenta quindi compatta ma pur con tasti di generose dimensioni (direi forse esagerate) con un ottimo invito all’uso. Le opzioni secondarie sono affidate alla fila dei tasti funzione, con l’aggiunta di un paio di tasti dedicati alla parte multimediale. È inoltre presente anche il sensore d’impronte digitali, integrato all’interno del pulsante di accensione/spegnimento. La larghezza dello Zephyrus G14 è inquadrata in un’ottica più standard: la disposizione frontale prevede infatti la tastiera nella parte superiore e il touchpad nell’area inferiore, con gli altoparlanti posizionati ai lati.

In termini di design, il ROG di casa ASUS risulta davvero ricercato. Frontalmente la già citata tastiera presenta uno styling quantomeno originale, anche se potrebbe non piacere a chi adora, invece, lo stile minimal; in particolare, la barra spaziatrice così grande è senz’altro un elemento distintivo della board che cattura l’attenzione, molto più dei rilievi attorno alla tastiera stessa, che simulano un gradito effetto “vallata”. Sul retro trovano spazio tante griglie di ventilazione, come anche ai lati e nella parte posteriore: insomma, la dispersione del calore non sarà mai un problema. Lo Zephyrus G14 è molto bello anche da chiuso (stato che risalta altri dettagli sulla cerniera del display) ma indubbiamente il notebook diventa uno spettacolo da acceso quando alziamo il monitor. La caratteristica estetica predominante del G14 è infatti l’AniMe Matrix, un particolare “display” posizionato sulla diagonale del rivestimento del monitor. In soldoni, parliamo di 1.215 mini-LED che vanno a rappresentare determinate informazioni scelte dall’utente. Una chicca estetica molto interessante descritta meglio più avanti. Infine, sempre in ottica di retroilluminazione, menzione d’onore per la tastiera, illuminata di bianco.

Performance e User Experience

zephyrus_g14-5

Si diceva in apertura di un monitor piccolino, ma che non accetta compromessi. A dispetto dei soli 14 pollici – non di prima scelta per i videogiocatori da notebook incalliti – il pannello ASUS, a seconda della configurazione scelta, può arrivare fino al 4K nativo. La risoluzione WQHD apre a scenari gaming interessanti, anche perché va ad influire sulle caratteristiche che deve possedere il computer per sostenere il carico di lavoro del 4K. Da questo punto di vista, lo Zephyrus G14 per la maggiore usa componenti comuni a tutte le configurazioni, salvo specializzarsi per determinate varianti.

Il GA401IV basa la sua potenza grafica sulla gpu NVIDIA GeForce RTX 2060 (6GB GDDR6) supportata da 16 GB RAM e da un processore AMD Ryzen che può variare dal Ryzen 9 4900HS al Ryzen 7 4800HS. In entrambi i casi parliamo di una configurazione gaming molto performante nonché fresca, in grado di supportare tutti i giochi più recenti senza difficoltà anche con la variante del monitor 4K. Un notebook così completo e potente non può faticare, ovviamente, con l’esecuzione di altri task pesanti come l’elaborazione video o la compressione, attività svolte piuttosto agevolmente. In tal senso, ci mette del suo anche l’SSD con interfaccia M.2, ancora non un vero e proprio standard (purtroppo).

L’aspetto su cui pare che ASUS abbia fatto scelte meno azzeccate rimane la già citata tastiera. Detto che l’esperienza di utilizzo è coadiuvata dalla retroilluminazione (sempre utile) e dalla cerniera con tecnologia ErgoLift (ovvero il “gradino” che viene a formarsi aprendo il notebook) il feedback restituito dai grandi tasti è buono ma non convincente; viene meno soprattutto l’effetto switch, meno forte rispetto ad altre soluzioni portatili.

Infine, non tanto utile all’utilizzatore quanto elemento di carattere, design e innovazione, il “display” AniMe Matrix sulla parte esterna del notebook. Come detto, si tratta di un insieme di LED in grado di rappresentare determinate informazioni, dall’istogramma dinamico a tempo con la musica, ad altre info di carattere tecnico (es. la temperatura di un componente) o semplicemente il logo ASUS ROG.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
Commento finale
L’ASUS ROG Zephyrus G14 rappresenta un’ottima soluzione per il gaming tramite notebook, soprattutto grazie a caratteristiche fisiche davvero molto interessanti. Siamo sempre stati abituati a laptop da gioco molto grandi e pesanti, mentre il G14 va in controtendenza, sposando un modello progettuale che apre alla portabilità. Oltre alle dimensioni, il prodotto viene caratterizzato da ulteriori definizioni particolari, come l’AniMe Matrix, che strizzano l’occhio a chi va alla ricerca di un notebook dal design aggressivo.
8,8
Progettazione e materiali 8,5 Caratteristiche hardware 8,5 Design 8 User Experience 9
PRO
Compatto e leggero
AniMe Matrix interessante per uno sviluppo futuro
Diverse configurazioni hardware interessanti
CONTRO
Tastiera non full layout
Feedback della tastiera non entusiasmante

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.