Anche se il parco prodotti SteelSeries è prettamente dedicato al gaming entertainment, le attenzioni della Società sono rivolte anche al mercato audio in generale. Un esempio è la famiglia di prodotti FLUX, marchio a cui SteelSeries ha dedicato, al momento, ben quattro delizie tecnologiche.
In questa overview mensile dedicata alla Società, abbiamo visto prima APEX e poi Siberia v2 Heat Orange: adesso spulciamo i nuovi arrivati della famiglia FLUX attraverso la recensione di FLUX In-Ear Pro Headset e SteelSeries FLUX, rispettivamente auricolari ed headset.

Confezione e materiali

FLUX In-Ear Pro Headset

Le In-Ear Pro si presentano in una piccola confezione nera con dettagli arancioni. La parte anteriore mostra il wallpaper del prodotto, mentre sul retro è possibile apprezzare il contenuto della scatola e una breve descrizione. Aprendo il set di cartone troviamo ben più di quello che ci si potrebbe aspettare: oltre alle cuffie c’è il manuale, una bella custodia, l’adattatore e una bustina contenente gli accessori, per venire incontro alle esigenze degli utenti, in cui troviamo le protezioni cilindriche in silicone di diverse grandezze, con due archetti di plastica per indossare le auricolari dietro le orecchie, possibilità descritta in là con l’articolo.
Come è possibile apprezzare dalle immagini, le in-ear proposte da SteelSeries non hanno il classico cavo in gomma che dura a malapena un annetto – almeno per chi come me butta le cuffie un po’ ovunque nel borsone – bensì ce n’è più largo in silicone apparentemente indistruttibile. La particolarità del cavo è la resistenza nel piegarsi, ovvero il momento in cui i contatti potrebbero rovinarsi e dar vita ai fastidiosi balbettii dell’audio durante la riproduzione.
Nonostante si parli di semplici auricolari, i dettagli estetici si sprecano ancora una volta: troviamo il logo della compagnia sul retro di connettore e padiglioni, mentre questi riportano particolari in color argento ed in rilievo. Sul cavo è presente l’alloggiamento per microfono e per controller di chiamata su smartphone, che non ha alcuna funzione associata all’utilizzo con lettore mp3 e PC. Infine, poco distante dal connettore in oro, è presente un collegamento nascosto in micro-USB che consente di scollegare la parte terminale del cavo – singolo jack 3,5 – e collegare i due connettori per il PC.

SteelSeries FLUX

SteelSeries FLUX è un prodotto appartenente ad un’altra fascia di mercato ed utenza rispetto a Siberia v2 Heat Orange, e questo lo capiamo anche osservando scatola e prodotto. Le cuffie in analisi si presentano in una confezione molto compatta. Rispetto agli altri prodotti che abbiamo analizzato, l’headset è in bella mostra in una protezione trasparente e rigida, con contorno arancione. La scatola è semplice e curata al tempo stesso: all’interno troviamo, oltre le cuffie, i cavi di collegamento ed i foglietti promozionali, col classico adesivo che abbiamo già apprezzato.
I padiglioni sono rivestiti da spugnette nere dal massimo comfort, mentre l’archetto è davvero essenziale in plastica dura, anch’essa nera, con la possibilità di regolare l’altezza tramite una struttura metallica interna.
L’headset ha diverse particolarità importanti e, quella estetica, sta nel fatto che è possibile acquistare in svariati colori diversi componenti del kit: dalle spugnette alle plastiche posteriori sui padiglioni, passando per i cavi.

Usabilità e performance

FLUX In-Ear Pro Headset

over_the_earLe In-Ear Pro non sono banali auricolari, tanto da introdurre il reverse wearing direttamente in fase di progettazione, ovvero la possibilità di indossarle dietro le orecchie. Il design, infatti, proprio questo sistema per ottenere il maggior comfort dalle cuffie, tanto da predisporre nella confezione due archetti di plastica da mettere sulle orecchie per bloccare il filo. Ovviamente nulla vieta di indossare le auricolari nella maniera standard – posizione in cui il microfono è all’altezza giusta. Usabilità ed ergonomia che accontentano tutti, con l’aggiunta della bella custodia rifinita da vari dettagli.
Il volume massimo trasmesso dalle auricolari è una delle caratteristiche più importanti, e le In-Ear Pro non deludono affatto. Come dimostra anche il grafico sulla pagina prodotto, la frequenza delle auricolari è costante nel tempo, e la sensibilità è di circa 105dB, davvero incredibile rapportato a quelle incluse nelle confezioni dei comuni lettori mp3, con l’aggiunta del microfono omidirezionale dalla sensibilità di -38dB, come quello presente negli headset Siberia v2 Heat Orange e SteelSeries FLUX.
Grazie alla possibilità di cambiare i terminali del cavo per la connessione a vari dispositivi, le In-Ear Pro diventano auricolari per uso a 360 gradi, adatto a qualsiasi device, mobile e non.

SteelSeries FLUX

flux_daisyAnche l’headset SteelSeries FLUX permette di connettere le cuffie a tutti i dispositivi possibili attraverso due cavi distinti dotati di controller e microfono, ma va anche oltre. Con questo headset è possibile condividere la propria musica con la persona accanto: ciascun blocco padiglione è predisposto ad ospitare il jack per la connessione, pertanto, l’altro rimane a disposizione di chi volesse “agganciarsi”. È facile immaginarsi una bella catena di ragazzi che ascoltano la stessa musica, mentre solo il primo è quello col device multimediale acceso.
Sfortunatamente non sono disponibili le informazioni in merito a sensibilità e peso, ma, da un punto di vista prettamente soggettivo, sono davvero entusiasta. Siberia v2 Heat Orange si è rivelato un grande prodotto sotto questo punto di vista, ma SteelSeries FLUX lo è anche di più. Riproducendo la stessa canzone e cambiando velocemente le cuffie, è possibile apprezzare la maggior qualità e pulizia audio che FLUX riesce a garantire – in quanto pensato proprio per questa fascia di mercato – oltre che una generale calda profondità dei bassi.

Conclusioni

In-Ear Pro Headset e SteelSeries FLUX sono due prodotti high-end del settore audio. Oltre alle grandi prestazioni offerte sul campo, abbiamo apprezzato le tante chicche che, attualmente, nessuno è in grado di pareggiare. Parliamo di prodotti versatili, dotati di doppio cavo di collegamento ed escamotage progettuali e di design per non chiudere nessuna porta. FLUX è leggero, minimale ma personalizzabile e ricco di colori; In-Ear Pro sono auricolari “pro” in tutto, dal cavo in silicone al reverse wearing.
Un kit da possedere, dal prezzo rivolto agli amanti del settore: circa 100€ per le In-Ear Pro, 85€ per le SteelSeries FLUX.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
8,5
Qualità 9,5 Progettazione e materiali 9,5 Comfort 8,5 Design 7,5
PRO
Cavo in silicone (In-Ear Pro)
Doppia connessione (entrambi)
CONTRO
Reverse wearing non comodissimo (In-Ear Pro)
Prezzo oneroso (In-Ear Pro)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.