Come tutti sapete, OnePlus One è attualmente acquistabile solo su invito e tramite spedizione internazionale che parte da Hong Kong.
Per tutte le spedizioni internazionali c’è sempre il rischio che il corriere – in questo caso DHL – vi chieda delle spese doganali da pagare direttamente al momento della consegna. Ciò che è bene sapere è che le spese doganali richieste sono già incluse nel prezzo di acquisto dello smartphone, e dunque non dovete sborsare alcun centesimo in più. Il pacco risulterà DDP – Delivered duty paid, con un numero identificativo di 7 cifre.
La sigla DDP sta ad indicare esattamente quanto scritto prima: le spese doganali sono già state pagate – si intende dal venditore, anche se sono incluse nel prezzo d’acquisto dello smartphone – e al momento della consegna il corriere deve solo lasciare il pacco, senza pretendere altro.

Purtroppo, la realtà non è così semplice: in rete si leggono molti casi in cui il corriere ha richiesto al cliente il pagamento delle spese doganali, ed è ciò che è capitato a noi di Cyberludus. Ovviamente abbiamo rifiutato la consegna, lasciato il pacco in giacenza e iniziato a chiamare qua e là per sistemare la faccenda. Ricordatevi di tenere sempre a portata di mano il codice di tracciamento del pacco, che l’ufficio dogana userà per chiarire la situazione.
assistenza_oneplus

Per avere tutte le conferme del caso, abbiamo contattato direttamente OnePlus, che ci ha rassicurato con una informazione in più: qualora l’utente dovesse pagare le spese doganali al corriere, basterà inoltrare una richiesta di rimborso a OnePlus per riottenere la cifra spesa. Il tutto a vantaggio del corriere, però, che nel mentre ha intascato delle spese doganali non dovute.

Ricapitolando,  ricordate: con OnePlus One, le vostre spese terminano al momento d’acquisto dello smartphone e non dovete alcuna tassa/spesa doganale/IVA. Se il corriere insiste, fatelo anche voi, perchè voi avete ragione. Se proprio non riuscite a sistemare la faccenda, pagate le spese e chiedete il rimborso a OnePlus contattando l’assistenza.

Nota a margine

Questa faccenda ha evidenziato l’inadeguatezza del corriere e di un paio di operatori. Non c’è stata comunicazione tra i reparti e abbiamo dovuto chiarire la questione due volte. Inoltre ci è stato detto che, partendo dalla Cina, il pacco acquistato è una cinesata da 4 lire e ci è stato chiesto di rivelare il contenuto del pacco – non fatelo mai. Anche perchè, potrebbe cambiare idea sulla questione della cinesata da quattro lire.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.