La linea di prodotti L-Style di LG conosce finalmente il suo top di gamma: si tratta di LG Optimus L7 II – P710 – fratello maggiore di L5 ed L3.
L7 II si colloca in una buona fascia di mercato in rapporto alle prestazioni con un occhio alla spesa. Attualmente, lo smartphone è disponibile a poco più di 220€ e le buone caratteristiche hardware ne fanno un affare per chi non vuole giocarsi i risparmi a discapito di qualche birra estiva. Vediamo nel dettaglio le specifiche tecniche di questo smartphone, dotato della classica interfaccia LG Optimus.

Sommario specifiche tecniche

Sistema Operativo Android 4.1.2
CPU Dual Core 1Ghz
Memoria RAM 768 MB
Display IPS 4,3” Gorilla Glass 2
Risoluzione 800×480 pixel,
Spazio hard disk 4GB (1,7GB per l’utente)
Batteria 2460mAh SiO+
Fotocamere 8MP posteriore / VGA anteriore
Dimensioni 121.5 x 66.6 x 9.7
Peso 118 gr

 

Caratteristiche fisiche

Design e dimensioni

Confezione L7 IIL7 II è lo smartphone di punta della linea L-Style, ovvero una serie di terminali dal design elegante, semplice e moderno. La carcassa è rettangolare con gli angoli arrotondati, con la parte frontale delineata da un contorno a contrasto in base al colore del terminale – tutta la linea L-Style è disponibile in bianco o nero.
Sul retro, troviamo il logo LG in rilievo, che presenta un pattern sullo sfondo molto gradevole, anche se poco visibile.
Nella parte anteriore trova alloggiamento la fotocamera VGA – ovvero in bassa risoluzione – e i vari sensori, tra cui quello di luminosità che ripartisce l’intensità delle stessa in base al luogo in cui ci troviamo, piuttosto che alla temperatura interna del terminale. Nella parte inferiore, vi sono i due comandi soft-touch – back e strumenti – e al centro il tasto fisico per accedere alla home che funge da LED di stato multicolore. Sul retro, fotocamera LED da 8 MP, altoparlanti e una leggera bombatura ai lati.
Nessun lato del terminale è libero: in alto c’è il jack delle cuffie e il primo microfono; in basso la connessione USB e il secondo microfono; sul lato destro il pulsante della schermata di blocco; su quello sinistro il turner del volume e un tasto personalizzabile che vedremo in seguito.
Nella confezione è presente il minimo indispensabile: caricabatteria da muro USB, cavetto e cuffie classiche, che analizzeremo in seguito.

Ergonomia, usabilità e schermo

Il device presenta un ottimo feedback legato all’impugnatura. L7 II è leggero e dalle dimensioni piuttosto contenute tenendo conto del display da 4,3” e della cornice stretta rispetto a modelli concorrenti. La carcassa in plastica dura e lucida appare piuttosto delicata quando si presenta la necessità di rimuoverla per cambiare la sim e/o la batteria. Tuttavia, contrasta bene le impronte e non diventa appiccicosa con l’utilizzo – difetto tipico di molte altre plastiche a contatto col calore.
Sotto il sole, il terminale è quasi inutilizzabile e, se dovessimo basare esclusivamente su questo la valutazione dell’usabilità, il giudizio scenderebbe vertiginosamente. In queste condizioni, a complicare le cose ci si mette anche il sensore di luminosità, che abbassa la percentuale di luce su schermo quando lo smartphone comincia a riscaldarsi.
Rispetto alla carcassa del terminale, lo schermo non è affatto anti-impronta. Questo fattore critico penalizza un display che non è affatto male, con una definizione nella media per un 4,3” ma dotato di ottima colorazione dei pixel e di buon contrasto…in condizioni ideali di luminosità.

Modalità d’uso

Comportamento nel normale utilizzo

Nel normale utilizzo, L7 II non mi ha mai lasciato a terra in questo intenso mese di test. La batteria da 2460 mAh è ottimizzata a dovere e, con tutte le notifiche attive in tempo reale, sessioni gaming, navigazione e streaming, nel risultato peggiore ho concluso la giornata con la batteria al 17%.
Non solo autonomia, L7 II mi ha convinto anche sotto il profilo della fluidità. Non ci sono stati rallentamenti di sorta e, grazie all’interfaccia pulita di cui gode il terminale, l’usabilità di questo cellulare è davvero una tra le più interessanti che ho provato in questa rubrica, tanto da evitarmi l’installazione di parecchie applicazioni che solitamente uso per rendermi la vita meno complicata.
L’unico rallentamento che ho notato riguarda la notifica di un nuovo sms durante il gaming. Infatti, l’interfaccia Optimus ospita una finestra in primo piano che appare in alto a sinistra alla ricezione di un messaggio, utile sia per leggere che per rispondere velocemente senza entrare nell’applicazione.
Cercando determinate funzioni, la customizzazione di LG tende a spiazzare l’utente, come la gestione delle notifiche o le opzioni relative alle app generalmente preinstallate che, in questo terminale, sono sostituite da versioni LG. Tuttavia, è innegabile che l’interfaccia LG Optimus rappresenti una bella boccata di aria fresca rispetto al custom template di Android. Ne beneficia quasi ogni schermata del terminale, compresa la barra di notifiche altamente personalizzabile.
Dal punto di vista delle chiamate, ovvero quello che dovrebbe essere il cuore di ogni smartphone, ho notato un difetto relativamente importante. L’algoritmo che regola l’icona della ricezione fa cilecca spesso e volentieri. Sovente, il terminale ci mostra scarsa ricezione o completamente assente, mentre, in realtà, è possibile effettuare chiamate, navigare e mandare sms senza problemi. È un difetto che capita sia al chiuso che all’aperto, e diventa fastidioso soprattutto quando non conosciamo la reale ricezione nella zona.

Applicazioni e multimedialità

foto (3)LG ha deciso anche di personalizzare una piccola parte dell’hardware. Oltre al LED multicolore regolabile dalle opzioni di notifica per ciascuna app che lo supporta, l’utente ha a disposizione un tasto tutto suo per l’accesso rapido ad un’applicazione a scelta, nella parte laterale a sinistra. Per scegliere l’applicazione da lanciare alla pressione del tasto, è sufficiente entrare nell’opzione Tasto Rapido in Impostazioni. L’elenco delle app è completo, pertanto è possibile lanciare utility piuttosto che giochi o addirittura settare l’accesso ad alcune cartelle predefinite come galleria e messaggi.
La fotocamera del cellulare presenta le funzioni standard per quanto riguarda le foto, con alcune chicche come il GeoTagging e lo scatto pronunciando una parola predefinita – “Cheese”, “Smile”, “Whisky”, “Kimchi” o “LG”. Per la modalità video ci sono quasi le stesse opzioni. La risoluzione massima per il sensore posteriore è di 720×480 – quasi 30 fps costanti – mentre quello frontale si ferma a 640×480. Il discorso qualitativo è prettamente soggettivo, quindi rimando alle foto esempio scattate col cellulare e presenti nella galleria di questo articolo.

Benchmark

AnTuTu Benchmark v 3.3.1
Punteggio totale: 6517

Quadrant Standard
Punteggio totale: 2892

Conclusioni

Due sono i punti di forza dell’Optimus L7 II rispetto alla concorrenza nella stessa fascia di mercato: il design e l’interfaccia grafica. Il terminale è gradevole sia dal punto di vista hardware che da quello software, e diventa un elemento importante in termini di valutazione, in quanto ormai tutti gli smartphone – salvo qualche modello – raggiungono la giusta robustezza d’utilizzo. Un’altra caratteristica fondamentale di questo top di gamma della serie L-Style è l’impressionante autonomia, che porta a fine giornata con un buon residuo.
La scelta nella fascia dei 250€ vede l’Optimus L7 II figurare tra i modelli migliori, sicuramente il più originale e meno scontato.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
7,7
Materiali e design 8 Caratteristiche fisiche ed ergonomia 7,5 Caratteristiche hardware 7,5 Software e multimedialità 7,5
PRO
Leggero ed elegante
Autonomia
L'interfaccia Optimus ha una marcia in più
Buona fotocamera per la fascia che occupa
CONTRO
Schermo illeggibile sotto al sole
Luminosità insufficiente ed ulteriormente abbassata dal sensore quando il terminale si riscalda anche leggermente

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.