La famiglia Xperia non conosce crisi, ed anzi, è sempre vista con profondo interesse dagli appassionati del mercato mobile. In questa recensione analizziamo Xperia X Performance, una delle proposte di fascia centrale attualmente in commercio. Sono molti gli aspetti interessanti di questo terminale in grado di combinare quantità e qualità, dal comparto fotografico al sistema hardware, passando per un’interfaccia grafica fluida ed applicazioni user-friendly.

Sony Xperia X Performance – Recensione

Specifiche tecniche

Sistema Operativo Android 6.0
CPU Snapdragon 820 MSM8996
Memoria RAM 3 GB
Display 5”
Risoluzione Full HD 1080p
GPU Adreno 530
Memoria archiviazione 32 GB (espandibile fino a 200 GB)
Batteria 2700 mAh
SIM Nano
Fotocamere 23 MP / 13 MP
Dimensioni 143,7 x 70,5 x 8,6 mm
Peso 165 gr

Confezione, materiali e design

X_Performance (3)La confezione in mio possesso è quella dedicata alla stampa, quindi non posso essere certo della sua completezza, anche se il contenuto dovrebbe essere quello standard, con auricolari, caricabatterie e cavo. Il layout di X Performance rispecchia le linee spesso adottate dalla famiglia Xperia, con angoli molto arrotondati e una forma globale che azzarda poco. Il terminale è completamente piatto ed è spesso circa 8,6 mm, per dimensioni generali molti simili a quelle dei competitor diretti. La parte posteriore è metallica, in contrasto – anche cromatico – con il lato superiore, più semplice e dal minor impatto estetico. La scocca levigata con il logo Xperia al centro è poco pratica per ciò che concerne la presa e si graffia facilmente, ma è sicuramente la chicca estetica più accattivante, per uno smartphone che in sostanza non fa gridare alla rivoluzione in termini di design.

Il lato sinistro della carcassa presenta lo slot unico per nano Sim e microSD: l’estrazione avviene sollevando l’apposito sportellino, senza l’ausilio di alcuna graffetta. Il lato destro, invece, presenta qualche peculiarità tipica di Sony, con un tasto dedicato alla fotocamera (posto in basso, pensato per supportare al meglio i selfie), il turner del volume e il pulsante di accensione, che rispetto agli altri si presenta allo stesso livello della carcassa per prevenire pressioni involontarie – ottima scelta. Il pulsante ON/OFF incorpora anche il lettore di impronte digitali: per quanto mi riguarda è uno dei migliori con cui ho avuto a che fare. Con X Performance siamo anche protetti da polvere ed acqua grazie alle certificazioni IP65 e IP68.

Esperienza d’uso

X_Performance (7)La bellezza esteriore del terminale trova corrispondenza diretta con l’ottima fluidità del sistema. Le aspettative sulla carta delle specifiche tecniche non tradiscono l’esperienza utente, forte di un’ottimizzazione dell’interfaccia grafica e del multitasking propria di un terminale top come X Performance. C’è davvero poco da dire circa la gestione del lato gaming e delle applicazioni più pesanti, perché ad oggi X Performance si propone come uno dei terminali più potenti in circolazione, forte di un comparto hardware completo e recente. Ho apprezzato anche la scelta di tenere la diagonale del display a 5” e la risoluzione a un normalissimo Full HD: ciò ha consentito una migliore gestione dell’autonomia a dispetto dei soli 2700 mAh di capacità. Il terminale copre a gonfie vele una giornata intera attorno all’80% di luminosità, e poche volte ho dovuto attivare la modalità stamina nella parte conclusiva della giornata.

Nonostante la generale soddisfazione nell’utilizzo del terminale, personalmente ho trovato qualche piccolo difetto durante la mia esperienza. La prima carenza che ho riscontrato sta in una generale lentezza del terminale nella configurazione di avvio. Lo smartphone impiega qualche secondo (fino a un minuto) per sincronizzare data e ora, e ciò stravolge il setting delle applicazioni che si avviano automaticamente al boot, come i client di messaggistica.
La seconda lacuna riguarda la progettazione fisica del terminale e l’ergonomia che, come ho accennato nel paragrafo precedente, ha carenze in termini di presa. La scocca è spazzolata e si presenta completamente liscia, priva, in sostanza, di attrito, bombature o altre soluzioni per aumentare il grip – come un layout più spigoloso. Ciò non ha mai rassicurato la mia presa sul terminale, incline a scivolare. Come nota conclusiva, il sistema audio mi ha lasciato abbastanza indifferente: la potenza in uscita è buona, ma in virtù della spesa si poteva fare di più.

Software e multimedialità

X_Performance_Camera (2)La personalizzazione dell’interfaccia grafica non è estrema, per buona pace di chi non ama i pacchetti preinstallati troppo corposi e invasivi. Xperia UI si presenta con una build simile ad Android stock, fatta eccezione per qualche utility del package ufficiale Sony, che mette a disposizione diverse app interessanti. La prima è Lifelog, una simpatica applicazione di benessere che tiene traccia dei nostri movimenti. Possiamo collegare l’applicazione a Google Fit e sincronizzare i dati relativi ai passi, alle calorie bruciate e al monitoraggio del sonno – tra le altre cose. In buona sostanza, Lifelog raccoglie i dati solitamente utilizzati per definire il profilo utente dal punto di vista healthy, e poi li presenta sotto forma di statistiche o obiettivi da raggiungere.
Un’altra applicazione molto utile è What’s New: a dispetto del nome, che suggerirebbe una sorta di feed per notizie, What’s News si sostituisce in parte a Google Play, permettendo il download di diversi elementi consigliati, quali giochi, film, musica e libri. Il feed di notizie personalizzato Sony è ovviamente presente, e si chiama semplicemente News. Questo aggregatore permette di scegliere le categorie e le fonti (purtroppo limitate) per ottenere notizie mirate in base alle nostre impostazioni. Il layout grafico è molto classico, con le categorie suddivise in schede. Rispetto ad altri feed preinstallati, News ha il vantaggio di essere completamente in italiano.
Completano l’offerta del package preinstallato diverse altre app, come TrackID (alternativo a Shazam), Xperia Lounge ed utility per modificare i contenuti multimediali.

Al di là delle considerazioni sui sensori per le fotocamere, X Performance propone agli utenti un vasto assortimento di opzioni per gestire i propri scatti e le registrazioni video. In particolare, la parte fotografica presenta le modalità Auto e Manuale; quest’ultima, adatta soprattutto a chi ha familiarità con i settaggi, permette di regolare un po’ tutti i parametri sensibili, quali la messa a fuoco, la scena e il bilanciamento del bianco e del contrasto. Oltre a ciò, è possibile impostare la scena secondo un ampio ventaglio di modalità predefinite, che coprono un po’ tutti gli interessi – dallo scatto notturno all’HDR, passando per il panorama, le macro e le scene con soggetto in movimento.
La modalità automatica è decisamente più immediata, ed oltre alla gestione del flash è possibile mettere a fuoco manualmente una precisa area semplicemente toccando lo schermo. Il sensore Exmor RS ha una messa a fuoco molto rapida, ed in condizioni di zoom il rumore non è eccessivo. Lo scatto è pressochè istantaneo, ma il processamento dell’immagine può richiedere un paio di secondi. In generale, la qualità di scatti e registrazioni video è ottima.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
Commento finale
Sony X Performance si dimostra un terminale ben costruito, elegante e molto potente, ma con qualche difetto. In generale, la risposta a determinati comandi potrebbe essere più fluida, ma ciò non toglie la possibilità di qualche fix futuro per correggere il comportamento. Il comparto fotografico convince appieno, come anche il sistema hardware a supporto del multitasking e del gaming. Personalmente avrei migliorato la presa, optando per una scocca meno levigata, e la componente audio. Un terminale versatile, da tenere in considerazione.
7,5
Materiali e design 8 Caratteristiche fisiche ed ergonomia 7 Caratteristiche hardware 8 Software e multimedialità 8
PRO
Ottimo comparto fotografico
Ottimo display
Hardware top
CONTRO
Poco effetto sulla presa
Software non perfetto

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.