Atteso per le tante novità che porta con sé soprattutto in termini di design, Sony Xperia XZ3 sdogana ufficialmente la stondatura del display sulla falsariga dell’Infinity by Samsung, proponendo un top di gamma che riesce sapientemente a mescolare elementi comuni alle diverse peculiarità del brand. Dal comparto fotografico a quello tecnico, ha tanto da offrire, ma a colpire è soprattutto l’eccellente qualità del pannello, nonostante la sensibilità non al top…

Sony Xperia XZ3 – Recensione

Specifiche tecniche

Sistema Operativo Android 9 Pie
CPU Qualcomm® Snapdragon 845 Mobile Platform
Memoria RAM 4 GB
Display Display da 6,0″,18:9 OLED HDR
Risoluzione 2880 x 1440 QHD+
GPU Adreno 630
Memoria di archiviazione 64 GB – espandibile fino a 512 GB
Batteria 3330 mAh
SIM Single/Dual SIM
Certificazione IP65/68 – resistente all’acqua
Fotocamere Principale: Motion Eye™ da 19 MP f/2.0
Secondaria: 13 MP f/1.9
Dimensioni 158 x 73 x 9.9 mm
Peso 193 gr

Confezione e progettazione

Sony_Xperia_XZ3 (3)Una volta tirato fuori dalla confezione, penserete due cose: “che bel display” “ma quanto pesa”. Xperia XZ3 è di fatto un concentrato di tecnologia e meticolosità, che ne fa a tutti gli effetti uno degli smartphone più curati del 2018. Back-cover in vetro, impermeabilità, “soltanto” 2 fotocamere in tutto, e soprattutto un display da 6” QHD+ curvato che non passa inosservato. Il tutto, spalmato su una tavoletta per un peso complessivo di 193 grammi, tanti, pur possedendo batteria e dimensioni del pannello nella norma.

Nonostante il peso e la particolarità del display, le dimensioni non sono poi così generose per un 6”, e lo spessore di quasi 1 cm è influenzato anche dalla curvatura del retro, dove troviamo la fotocamera posteriore e il lettore di impronte, circolare. Frontalmente troviamo il LED di notifica, la camera frontale e la cassa, mentre ai lati oltre all’assenza dell’ingresso jack e alla presenza della type-c, troviamo il solito, comodissimo, pulsante scatto by Sony. L’Xperia XZ3 è disponibile in tre colorazioni, tutte con back-cover in vetro ad effetto “liquid”: nero, bianco e verde scuro, sicuramente il più originale e interessante, nonché forse quello che meglio rende l’idea dell’effetto liquido che Sony vuole trasmettere al terminale. Unico appunto a un design riuscito, è il bordo inferiore, davvero esagerato: ok il voler dare la simmetria 2×2 lungo il perimetro della carcassa, ma è certamente meglio ridurre la lunghezza laddove possibile.

Display, multimedia e autonomia

Sony_Xperia_XZ3 (4)Durante l’evoluzione dei pannelli per smartphone, un po’ tutti si sono schierati in favore del Full HD+, ritenuto il migliore per via di una risoluzione effettivamente apprezzabile durante l’uso quotidiano. Ebbene, la caratteristica predominante del display da 6” del Sony Xperia XZ3 non è appunto la risoluzione esagerata (è un QHD+) né la curvatura, che dà comunque un valore aggiunto notevole alla fruizione dei contenuti. Il lavoro degli ingegneri Sony sta tutto nella qualità del pannello, per la resa dei colori, la luminosità, la leggibilità sotto al sole, l’angolo di visione, la puntualità nel presentare le varie tonalità, e via discorrendo. Si tratta di un pannello che, tra l’altro, è anche personalizzabile tramite alcuni settaggi disponibili tra le opzioni; personalmente, ho optato per una resa dei colori più vivace, trovando quella default un po’ troppo spenta per i miei gusti. Come descritto nel paragrafo seguente, l’esperienza utente con questo display ha sofferto di qualche difetto, ma fortunatamente la stondatura regala qualche punto in più perlomeno in lettura, e anche alcuni dettagli fanno la differenza in termini estetici, come gli angoli leggermente arrotondati.

xperia_xz3 (3)Passando al comparto multimediale, Sony dimostra che il numero di fotocamere non è determinante per la buona riuscita di foto e video. La qualità degli scatti e delle registrazioni è molto alta, assicurando anche un discreto effetto profondità con le macro, ma l’esperienza con i sensori non è priva di difetti. Per quanto riguarda le foto, con entrambe le camere è evidente la perdita di qualità in condizioni di scarsa illuminazione, e il software non aiuta nemmeno con l’esperienza utente: le modalità sono poche, gli scatti sono lenti e perfino la galleria e la miniatura della foto appena scattata ci mettono un po’ ad aggiornarsi. Un vero peccato evidenziare queste lacune, alla base dell’esperienza fotografica di qualsiasi smartphone attuale. Anche l’assenza della stabilizzazione ottica pesa per ciò che concerne la registrazione video, che si riprende con le varie modalità, tra cui l’HDR.

L’audio stereo fa una bella accoppiata con il display quando decidete di guardare video, anche se durante le chiamate resta mono. Da questo punto di vista, tanto vale equipaggiarsi di auricolari – possibilmente Bluetooth – vista l’assenza del jack e la scomodità del connettore esterno. Con i video e il multitasking potrete andarci anche un po’ pesanti, perché nonostante la non esaltante capacità della batteria – con soli 3300 mAh al netto di un display – lo smartphone riesce a portarvi a sera con assoluta garanzia. In caso di emergenza, il risparmio energetico darà un contributo importante: uno dei più efficienti ed efficaci provati fin qui.

Software e User Experience

Sony_Xperia_XZ3 (6)Anche se siamo di fronte ad un display eccellente per definizione e presentazione dei contenuti, l’uso quotidiano nelle mie settimane di test ha sofferto di numerosi alti e bassi. Difetti che, smartphone alla mano, mi hanno complicato diverse attività. Anzitutto ho trovato troppo sensibile l’auto-orientamento del display: basta poggiare lo smartphone sul tavolo per vedere lo schermo ruotare senza alcun motivo. Poi, ho trovato scomodissima la digitazione, perlomeno con la mia app default (Switfkey): pochissima sensibilità sui bordi (necessaria tanta pressione per far recepire le lettere al display) e scarsa precisione anche al centro, specie con lo smartphone un po’ surriscaldato.

Passare dall’XZ2 Compact all’XZ3 in così poco tempo e dopo un lungo periodo di test con il primo, è davvero sfidante, ma è anche il miglior modo per testare l’ergonomia e la User Experience. Se da una parte XZ3 ci mette prestazioni superiori, nonostante i poco perdonabili 4 GB RAM, dall’altra è innegabile come l’XZ2 Compact sia, ad oggi, il dispositivo con un rapporto dimensioni-usabilità tra i più rassicuranti in assoluto. Difficile competere, quindi, sul piano delle caratteristiche fisiche. Fortunatamente, sull’XZ3 Sony ci ha messo una pezza grazie a qualche stratagemma, a partire dal sensore di impronte digitali posizionato proprio dove te lo aspetti, adatto anche alle mani più piccole ma non troppo in basso per chi, invece, ha le mani grandi. Poi, per incentivare l’uso delle scorciatoie, ha introdotto le funzioni edge attivabili dai bordi del display e tramite cui richiamare particolari menu per accedere alle app più usate. Personalmente non sono avvezzo a questo genere di funzioni, così come non amo particolarmente le (poche) app di proprietà Sony, che non danno alcun vero apporto all’esperienza Android stock.

Iliad e GPS

Da quando sono passato ad Iliad, ad eccezione di Sony Xperia XZ3 nessuno smartphone mi ha permesso di chiamare e mantenere attivi anche rete dati e GPS. Un punto da non sottovalutare visto il crescente interesse verso l’operatore.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite i canali Facebook, Twitter, Youtube e Google+.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
Commento finale
Sony Xperia XZ3 vi sorprenderà, un po’ perchè molto diverso dai precedenti Xperia, un po’ perchè dispone di un display davvero accattivante. I difetti in termini di ergonomia e User Experience non mancano, e da questo punto di vista si poteva fare molto di più. Anche perchè con lo street price la concorrenza resta comunque molto solida. Dalla sua, il device Sony propone peculiarità tipiche del brand che lo distinguono dalla massa, troppo fedele ai canoni dettati dalla moda.
7,9
Materiali e design 9 Caratteristiche fisiche ed ergonomia 6 Caratteristiche hardware 7,5 Software e multimedialità 8
PRO
Ottimo design
Mantiene il tasto per le foto
Software non troppo personalizzato ma funzionale
CONTRO
Pesante e ingombrante
La sensibilità del display talvolta è pessima

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.