Che cosa è il Supporto Sistemico

Internet Technology, Enterprise resource planning, Business Intelligence. Potremmo continuare a lungo ad utilizzare i termini anglosassoni più in voga negli ultimi anni quando ci riferisce alla tecnologia utilizzata in ambito aziendale. Ma dietro all’automazione ed alla semplificazione sempre più crescente dei processi di lavoro che consentono di ottimizzare enormemente i flussi di attività, ci sono ancora persone e gestioni peculiari di possibili problemi da risolvere nei tempi più rapidi possibili. Ecco dunque che molte aziende propongono il supporto sistemico ai loro clienti. Nei prossimi paragrafi cercheremo di spiegarvi in dettaglio di cosa si tratta con la massima esattezza.

Prendiamo come esempio una tipica azienda di medie dimensioni che abbia dei server che utilizza per gestire la propria mole di dati in continuo cambiamento ed evoluzione. Chi conosce il settore sa bene che possono insorgere problemi di vario ordine e grado come piccoli bug, errori di sistema dovuti alle cause più svariate. La questione potrebbe riguardare il software ma anche questioni più materiali tipicamente hardware come un sovraccarico di corrente oppure un blackout prolungato ingestibile anche in caso della presenza ed il funzionamento di gruppi di continuità.

Ecco dunque che arriva il momento del problem solving e del supporto sistemico che propongono alcune aziende soprattutto molte legate al territorio di appartenenza e inclini a mettere la soddisfazione del cliente come fine ultimo della propria attività. In talune situazioni, un problema dei server può essere facilmente risolto semplicemente con una connessione di un tecnico specializzato in remoto che interviene sul software di configurazione dei server.

Purtroppo però in alcune circostanze, l’assistenza a distanza potrebbe non essere sufficiente e dunque è necessario un intervento sul posto per intervenire magari anche sull’hardware nel caso di qualche problema alla componente fisica del proprio sistema informatico.

Un supporto sistemico che sia da remoto o in loco, deve sempre comunque garantire la disponibilità di professionisti del settore con grande esperienza e capaci di interpretare al meglio l’attività di crisis management. L’obiettivo finale è quello di far ripartire al 100% il sistema informatico nei tempi più rapidi possibile ed in parallelo creare anche soluzioni tampone in grado di ridurre provvisoriamente i problemi legati all’interruzione del flusso di lavoro standard.

Anche gli utenti “consumer” hanno scoperto questo tipo di problemi. Pensiamo ai provvisori blackout dei social media globali come Facebook, WhatsApp, Instagram o Twitter. In questi casi la gestione e la soluzione dei problemi avviene “in house” con personale altamente specializzato interno adibito proprio a questo tipo di situazioni emergenziali. Questa è una soluzione adottata anche da alcune aziende di dimensioni ridotte rispetto ai colossi appena elencati. Un’opera di formazione che viene garantita da chi ha fornito hardware e software all’azienda.

Supporto sistemico oggi significa anche offrire sempre di più sicurezza dei dati. Internet è una nuova bellissima frontiera da esplorare, il digitale ha reso molto più facile una lunghissima lista di operazioni ma ha pure creato nuove forme di criminalità informatica. Non sono certo cominciati da ieri i tanti attacchi che vari tipi di malintenzionati realizzano da ogni angolo del mondo nei confronti delle aziende magari ricattando queste ultime con la richiesta di veri e propri riscatti per i preziosi dati interni.

Ecco dunque che si adottano con sempre più frequenza soluzioni di backup integrale dei propri server. Non per forza devono trovarsi nella stessa sede aziendale, sia per ragioni di opportunità logistica che per altre motivazioni, ma avere una copia totale aggiornati di una mole molto elevata di dati può aiutare le aziende a non rimanere del gioco di criminali informatici sempre più agguerriti nonostante tutte le crescente precauzioni del caso prese.

Non scordiamoci infine che un’azienda florida possa crescere di dimensioni e riscontrare nuove esigenze informatiche magari non ripartendo da zero sul fronte del parco macchine a disposizione ma effettuando però un necessario upgrade. Un vero supporto sistemico di esperti fornirà un quadro accurato dell’aggiornamento da compiere per soddisfare e garantire i migliori benefici ai costi più congrui.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.