Le cuffie Jabra Move hanno riscontrato notevole successo, seguito poi dalla versione dedicata alla portabilità Jabra Move Wireless. L’evidente forza di un modello così ricercato, ha spinto il produttore a realizzare una nuova variante che rivede in chiave di design, oltre che tecnica, l’apprezzato headset danese. Ecco quindi arrivare Jabra Move Style Edition: la base di partenza è rimasta la medesima – ovvero l’ascolto musicale in mobilità – ma il concept e le specifiche sono tutte nuove.

Jabra Move Style Edition – Recensione

Specifiche tecniche

Frequenza Da 20 Hz a 20 kHz
Sensibilità 94 dBSPL
Potenza massima 80 mW
Sensibilità microfono SLR = 8 dB +/- 2 dB
Bluetooth 4.0
Interfaccia microUSB
Autonomia 14 h conversazione, 12 gg standby
Peso 150 gr

Confezione e materiali

Jabra_Move_Style_Edition (3)Estericamente Jabra Move Style Edition riprende le forme e, parzialmente, le dimensioni del modello precedente. Il produttore ha scelto nuovamente uno stile molto snello, con l’archetto sorretto da una struttura metallica che permette di aumentare o ridurre l’altezza massima dell’headset. I cordoni di gomma che sporgono dall’estremità dell’arco non devono quindi trarre in inganno: il meccanismo di regolazione rimane manuale e non a sospensione, come avviene perlopiù con cuffie adibite ad uso gaming. L’imbottitura dell’arco è piuttosto generosa e morbida, e presenta un rivestimento in tessuto che aggiunge quel tocco “premium” che non fa mai male. Scendendo troviamo gli altoparlanti da ben 40 mm, che risaltano molto per via della struttura piuttosto contenuta del prodotto. Al netto delle dimensioni interessanti, è bene precisare che le cuffie non sono pieghevoli su sé stesse: l’archetto è infatti fisso all’altezza degli auricolari, e dunque non permette manovre verso l’interno.

L’imbottitura dei driver è in pelle, proporzionata alle dimensioni del singolo altoparlante, ed attorno alla carcassa in plastica troviamo i comandi fisici: a sinistra i pulsanti per il volume, il multifunzione e l’ingresso jack 3,5 mm; a destra, ON/OFF, microfono e porta microUSB per la ricarica. All’interno della scatola è presente tutta la cavetteria di cui abbiamo bisogno, ovvero il cavo di carica e quello da 3,5 mm, tuttavia è assente una custodia di trasporto, che avrebbe fatto comodo vista la natura del prodotto. Il colore in foto è uno dei 3 disponibili: oltre al “color cappuccino”, il prodotto è disponibile anche in blu notte e nero (formalmente Gold Beige, Navy Blue e Titanium Black); il modello nero risulta la variante meno ispirata.

Funzionamento ed User Experience

Jabra_Move_Style_Edition (4)Jabra Move Style Edition è un headset on ear, ovvero non è stato progettato per coprire interamente l’orecchio, bensì “poggia” sullo stesso, risultando più leggero e adatto a lunghe sessioni di ascolto musicale. Di contro, l’isolamento è mediamente minore delle soluzioni over ear, ma grazie all’imbottitura in pelle l’utente riesce ad ottenere completa immersione sonora anche in ambienti aperti e non silenziosi. Trattandosi di un modello pensato per la mobilità, la componente Bluetooth punta molto sulla codifica dell’audio senza distorsioni, e il risultato è importante. In termini tecnologici siamo rimasti un po’ indietro con la versione 4.0 e i soli 10 metri di portata, e forse c’erano gli estremi per passare alla 4.2 in attesa della 5.0. In termini di codec non manca nulla; sono infatti supportati i profili A2DP v 1.2, AVRCP v 1.4.

L’accoppiamento con lo smartphone e con altri trasmettitori Bluetooth compatibili (notebook, player mp3) funziona bene, anche perché mutuato dagli auricolari Jabra. In particolare, per poter avviare il sistema di pairing è necessario mantenere premuto il tasto di accensione per qualche secondo, che dà il via alla voce guidata e al lampeggiamento del led di stato; a questo punto, è possibile cercare sul trasmettitore le Move Style Edition tra i dispositivi Bluetooth nelle vicinanze, per poi formalizzare l’accoppiamento. Le cuffie sono in grado di memorizzare fino a otto dispositivi, mantenendo 2 connessioni simultaneamente – caratteristica molto utile per non rinunciare a notebook e smartphone.

A tal proposito, torna utile anche il microfono integrato per gestire le chiamate: la voce viene catturata a un volume un po’ basso e con qualche rumore di fondo, ma basandosi su una comunicazione priva di archetto dedicato al microfono, direi che il compromesso è accettabile – ritengo che per questo genere di prodotto, le chiamate siano un plus. Uno dei punti forti della soluzione Jabra è l’autonomia, che si attesta a circa 14 ore in funzionamento attivo (dunque in ascolto di musica o in chiamata), arrivando fino a 12 giorni in completo stand-by. Una garanzia per chi viaggia molto e sta nei mezzi per tante ore, ma l’assenza di una custodia e l’impossibilità di piegare la struttura su sé stessa, rende un po’ problematico il trasporto delle cuffie.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
Commento finale
Con Move Style Edition, Jabra ha voluto riportare in auge un modello molto apprezzato, che ha saputo ritagliarsi una bella fetta di seguaci. Riprendendo la struttura originale, il produttore ha migliorato la qualità generale dei materiali – aumentando il rivestimento in pelle per gli auricolari e maggiore imbottitura nell’archetto – con conseguente upgrade tecnologico. Il risultato è importante, e la conclusione non può che essere una: se Jabra Move (e Wireless) vi hanno convinto, vi convincerà anche la Style Edition.
8
Progettazione e materiali 8,5 Comfort 8,5 Design 8 Esperienza utente 7,5
PRO
Ottimo design
Autonomia rassicurante
Gestisce le chiamate
CONTRO
Bluetooth 4.0
Manca la custodia e non è pieghevole

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.