Qual è l’occasione perfetta per riprendere vecchi capitoli di una saga importante non ancora provata in prima persona? Ovviamente le Remastered e le Collection. In effetti, quasi tutti i publisher hanno deciso di intraprendere la strada delle collezioni, permettendo ai videogiocatori di rivivere – o, per alcuni, di sperimentare per la prima volta – le avventure che compongono un’intera saga sfruttando le nuove console e un lavoro di rimasterizzazione più o meno tangibile. Eccezion fatta per la miniserie spin-off Chronicles, quest’anno Ubisoft ha deciso di saltare il quasi annuale appuntamento con il filone principale della saga, proponendo, appunto, una collezione completamente dedicata a Ezio Auditore, senz’altro il personaggio più amato del brand.

assassins-creed-ezio-auditore-1471525311

Assassin’s Creed: The Ezio Collection – Recensione

Una vita da reincarnato

acec3Ezio Auditore è stato un noto assassino fiorentino (immaginario, s’intende) vissuto a cavallo tra il Quattrocento e il Cinquecento. Abile nel confondersi tra la folla, agilissimo, dotato di grande precisione con le armi e di un’incredibile destrezza con la spada, Auditore è stato il protagonista indiscusso di alcune celebri battaglie a favore dello strato sociale più debole, tra cui quella ai danni dei potenti Borgia e della corruzione del Vaticano. Le gesta vissute nei panni di Ezio attraverso i ricordi del suo discendente più giovane, Desmond Miles, riecheggiano, oggi, come lezioni di storia tanto fittizie quanto educative. La struttura della saga, per quanto altalenante a livello ludico, non è mai stata messa in discussione né dai critici né tantomeno dai videogiocatori, spesso in grado di fondere il lato puramente creativo con quello autentico e inconfutabile descritto nei libri di storia.

acec1L’idea alla base di The Ezio Collection è giusta ed intelligente, proponendosi un po’ come una rampa di lancio per il film, atteso in Italia il 4 gennaio 2017. D’altronde, sebbene ad Ubisoft possa fare bene mettere in commercio questa collezione, i videogiocatori hanno altrettanti motivi per gioire considerando che il publisher francesce ha scelto i 3 capitoli più gettonati, tra cui il primo dedicato ad Ezio, nonché quello più amato dell’intera produzione: Assassin’s Creed II. In questa iterazione, il videogiocatore ha a che fare con un ragazzino nemmeno maggiorenne che, di lì a poco, diverrà un assassino provetto. Per quanto le novità tra un capitolo e l’altro possano sembrare poche, in realtà l’evoluzione di Assassin’s Creed è stata costante, costruita mattoncino dopo mattoncino. Riprendere, oggi, le meccaniche di AC II rinunciando alle facility dei capitoli successivi è davvero complicato, ma non per questo meno interessante ed appagante.

Slegati in termini di gameplay ma strettamente correlati per le vicende del protagonista, dopo aver concluso la storia di Assassin’s Creed II potrete tornare nuovamente indietro nel tempo con Brotherhood e Revelations, gli altri due capitoli disponibili con la Ezio Collection. Con queste due iterazioni il gioco soffre meno il peso degli anni, perché introducono rispettivamente meccaniche di gioco intese a migliorare soprattutto la fluidità delle scalate e del combat system, da sempre afflitto da incertezze legate all’Intelligenza Artificiale. I fan della saga potranno contare anche sul supporto di Lineage e Embers, produzioni narrative composte, in tutto, da 4 cortometraggi.

5799ba476b54a4800f8b4567-6

Remastered da PC

Assassin’s Creed, come la totalità dei giochi multipiattaforma, ha offerto sempre il miglior comparto tecnico su PC, l’unico in grado di spingere al massimo texture, ombre, illuminazione ed effetti senza compromessi – tralasciando il discorso legato all’ottimizzazione, spesso venuto meno. Per questa Collection, Ubisoft ha così lavorato direttamente sulla versione PC, cercando di proporre modifiche che portassero i 3 titoli in direzione degli standard per i 1080p e i 4K. Al di là di facili ironie su qualche bug, il rifacimento delle texture è discreto; Ubisoft ha posto l’attenzione soprattutto sulle luci, adottando uno stile leggermente più cupo in favore dell’orizzonte, ma l’aver impostato il framerate a 30 FPS rende il tutto ancor più meccanico e tozzo.

Ulteriori informazioni

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, continua a seguire la rete Social di Nextgentech.it, tramite la pagina Facebook.

CONDIVIDI SU:Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

VALUTAZIONE
7,0
Commento finale
Un’edizione da collezionare, pensata esclusivamente per i fan di Ezio e che precede il debutto nelle sale cinematografiche. Assassin’s Creed: The Ezio Collection è, insomma, un’occasione pura e semplice per riprendere le gesta di Ezio anche sulle nuove console, con tanto di cortometraggi al seguito, attraverso il pacchetto di contenuti più completo disponibile nella saga. Impossibile chiedere ad Ubisoft di ringiovanire un gameplay che si evoluto col progredire della saga, dunque i 3 capitoli di gioco presenti in questa Collection vanno presi per ciò che sono: un tour, un po’ meccanico ma tanto appassionante, da rivivere nuovamente nei panni dell’assassino più amato dai fan.
PRO
Un'occasione per i fan
Il pacchetto più completo con Ezio
CONTRO
Rimasterizzazione poco profonda

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.